SOLSTIZIO d’Estate festival biblico

Centro culturale San Paolo Vicenza

E’ nato per iniziativa della Società San Paolo e della Diocesi di Vicenza, con lo scopo di portare la Bibbia in mezzo alla gente, nei più svariati luoghi di incontro, e di declinarla nei linguaggi contemporanei: animazioni e performance artistiche, concerti, letture, oltre a conversazioni e approfondimenti 

 festivalbiblico.it

Centro culturale San Paolo

San Paolo Vicenza

Viale Ferrarin, 30

Vicenza, Vicenza 36100

Italy

Immagine Dal web

girobloggando.wordpress.com/2018/06/21/il-solstizio-destate-tra-scienza-e-lettura/

Intervista a Dio

“…quel pezzettino d’eternità che ci portiamo dentro..”
Etty Hillesum

per una dozzina di anni é finito nel dimenticatoio…

(Mi è stato regalato x i miei primi 50 anni)

http://www.nealedonaldwalsch.com

LeggiAmo la Bibbia

Ho sognato d’intervistare Dio.

“Ti piacerebbe intervistarmi?”, Dio mi domandò.

“Se hai tempo” gli dissi.

Dio sorrise.

“Il mio tempo è eterno, che cosa vuoi domandarmi?”

“Cosa ti sorprende dell’umanità?…”.

E Dio rispose:

“Siete così ansiosi per il futuro, perché vi dimenticate del presente.

Vivete la vita senza pensare al presente o al futuro. Vivete la vita come se non dovreste morire mai, e morite come se non aveste mai vissuto…

Avete fretta perché i vostri figli crescano, e appena crescono volete che siano di nuovo bambini. Perdete la salute per guadagnare i soldi e poi usate i soldi per recuperare la salute.”

Le mani di Dio presero le mie e per un momento restò in silenzio, allora gli domandai: “Padre, che lezione di vita desideri che i tuoi bambini imparino?”.

Dio rispose con un sorriso: “Che imparino che non possono pretendere di essere amati da tutti, però ciò che…

View original post 149 altre parole

Un giorno insieme… la Domenica.

La Domenica è il giorno dell’accoglienza, dell’incontro e della gioia condivisa.
http://www.romena.it

– Dio anche se ci troviamo nella miseria estrema, ama la nostra bellezza. Così, dentro alla tua notte, brilla immobile la luce di una stella – José Tolentino Mendonça

#buongiornoromena

La gioia è un meraviglioso accrescimento di ciò che già esiste, pura crescita dal nulla.

Rainer Maria Rilke

La♡ Domenica ♡ ♡ ♡ ...Il giorno del riposo ♡ ♡...Il giorno del Signore... ♡

#domenicaromena

Ogni domenica Romena accoglie tanti amici e offre la possibilità di partecipare ad appuntamenti importanti:

– ore 11: Lode del mattino animata con canti, preghiera, meditazione e riflessione sul vangelo del giorno legato alle parole a noi care di Romena.

– ore 13.15: possibilità di relax e giochi anche per i bambini

– ore 15: Via della Resurrezione. Camminata meditativa lungo il sentiero di Romena stimolati dalle 8 parole che aiutano a risorgere, perchè ricominciare è come rinascere.

– ore 17: la Messa conclude la giornata.

www.romena.it/attivita/la-domenica-di-romena

View original post

«Ero straniero e non mi avete accolto»

Aquarius

Atto di Governo #disUmano 

violazione dei diritti umanitari?🙃🙃🙃🙃🙃🙃

Aquarius, il tweet del cardinal Ravasi per i migranti:

«Ero straniero e non mi avete accolto».

Insulti social

di C. Arg.

«Ero straniero e non mi avete accolto (Mt 25,43) #Aquarius». Cita un passo del Vangelo di Matteo il cardinale Gianfranco Ravasi, intervenendo con un tweet nella vicenda della nave con a bordo 629 migranti alla quale è stato vietato l’attracco nei porti italiani per ordine di Matteo Salvini. Oltre al presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, sono in molti sui social a riprendere lo stesso passaggio del Nuovo Testamento in relazione ad Aquarius, criticando l’operato del ministro dell’Interno. Alcuni postano la foto del leader della Lega con i Vangeli, ricordando il suo giuramento a Milano dello scorso febbraio, con tanto di rosario in mano. Altri ironizzano sempre sui social sulla omonimia tra l’evangelista citato e lo stesso ministro. E in rete c’è anche chi, in risposta a Ravasi, prende di mira la Santa Sede e chiede polemicamente: «Il Vaticano quanti migranti ha accolto?». O ancora: «Accoglieteli voi nelle vostre parrocchie e super-attici ed affidatevi alla beneficenza e alla provvidenza divina, il popolo italiano ha già dato e deve pensare ai suoi terremotati, disoccupati e indigenti…»

TweetRavasi

https://www.corriere.it/cronache

Nave Aquarius migranti, Don Ciotti:

provo tanta nostalgia di umanità

L’appello del Presidente di Libera sulla vicenda della nave con a bordo 629 migranti.

Davanti a questi fatti drammatici provo tanta nostalgia di umanità, stiamo parlando di persone. Resistere oggi significa esistere. Non limitarsi ad assecondare il corso della storia ma assumersi la responsabilità di deviarla quando vediamo che sta prendendo una direzione contraria alla libertà e alla dignità delle persone e alla loro speranza di giustizia.

L’immigrazione non è un reato, essere contro la vita delle persone è un crimine di civiltà. Non è un reato la speranza. La speranza è un diritto ma anche un orizzonte di una politica seriamente impegnata nella promozione del bene comune e nel rispetto della dignità di tutte le persone.

L’operato dell’Europa e dell’Onu è gravemente insufficiente, devono fare di più, dobbiamo essere tutti più responsabili. La sfida dell’immigrazione è una sfida cruciale del nostro tempo, quella che più di altre ci pone davanti ad un bivio: da una parte diventare una società aperta e accogliente, dall’altra diventare una società chiusa dominata da aggressività e paura. Bisogna ricostruire i legami sociali e riempire di vita e di fermento una società segnata da solitudine e fragilità. La nostra speranza è dare speranza a chi l’ha perduta. Questo è un imperativo etico. La speranza va tradotta e declinata nella vita concreta, ad ogni giustizia patita corrisponde una speranza negata. La speranza serve a qualcosa solo se appartiene a tutti.

Molte fedi sotto lo stesso cielo

Luigi Ciotti

immagini dal web

giovani “frecce” dell’arco di Dio!

Come frecce nelle mani di un prode, così i figli della giovinezza» (Salmo 127:4,5a).

image-165

La vita funziona e fiorisce quando siamo capaci di scoprire la bellezza che ci circonda, lasciandoci amare da essa.

Luigino Bruni

 

http://www.romena.it

giro blogando nel Web...

Un evento atteso..

con don Luigi Verdi.

I giovani non sono un “problema” ma una grande ricchezza. Il vero “problema” è la società degli adulti. I giovani sono “frecce” dell’arco di Dio!

La vita funziona e fiorisce quando siamo capaci di scoprire la bellezza che ci circonda, lasciandoci amare da essa (Luigino Bruni) #buongiornoromena

View original post

prima del pane…

🌻ecco un bel regalo …

per il mio compleanno🎂

👍🏻 prima del pane

“L’accoglienza sa di pane, passa attraverso il pane”. Con queste parole Francesco Guccini ci introduce nel libro di don Luigi Verdi. Preghiere che parlano di pane, di ospiti e accoglienza, che hanno il sapore semplice di un boccone e la luce di una casa tutta calore e intimità. Ma non solo preghiere per il pane: è il cuore che si fa pane per l’altro nell’incontro.

goo.gl/vKEmTz

Grazie Gigi,

e grazie a tutti gli altri.

L’accoglienza sa di pane,

passa attraverso il pane”.

dalla prefazione di Francesco Guccini

Preghiere che parlano di pane, di ospiti e accoglienza, che hanno il sapore semplice di un boccone e la luce di una casa tutta calore e intimità.  Ma non solo preghiere per il pane: è il cuore che si fa pane per l’altro nell’incontro.

Cerchiamo calore, luce e bellezza,  

finchè la nostra stanca ansia ripari in un nido.

Cerchiamo il divino in un sorso,

in una briciola,

per tenere alta la speranza e la testa,

per sentire il sapore della vita.”

E il sapore della vita, ce lo ricorda don Luigi, è impastato di leggerezza, di quelle poche ed essenziali cose che bastano a scaldare il cuore, briciole e sorsi di Dio.

Nella prefazione Francesco Guccini ricorda un momento di incontro a tavola con don Luigi Verdi, fondatore dell’esperienza di Romena.

www.romena.it

5 per mille per la Fraternità di Romena: 92040200518

A te ci penso io…

https://youtu.be/uOvrnqV3NRw