“L’unica forza per stare in equilibrio sul filo della vita è il peso dell’amore… “


“L’unica forza per stare in equilibrio sul filo della vita è il peso dell’amore… 

Niente basta a stare in equilibrio, né serve andare in fretta. I bravi funamboli non poggiano il piede di colpo, ma prima la punta, poi la pianta e infine il tallone. Con lentezza, scoprono ciò che appartiene loro. Solo così il passo diventa leggero e la camminata danza. 

I nostri piedi cercano la sicurezza facile, l’àncora forte, la gravità nelle cose che poi si rovinano, la fretta della corsa che arriva subito alla meta. 

Il coraggio del funambolo invece trasforma la gravità in leggerezza, il peso in ali.”

Disobbedisci alla tua paura, disobbedisci ai tuoi terrori. La paura non dice mai la verità!

LeggiAmo la Bibbia

Non obbedire alla paura

Non avere paura del bene che Dio ti mette davanti!

Non avere paura di lanciarti in qualcosa di grande!

Non avere paura di pensare a te stesso come uno che può fare cose belle!

Disobbedisci alla tua paura, disobbedisci ai tuoi terrori. La paura non dice mai la verità!

Fa un atto di fede, apriti alla bellezza!

View original post

Vivi, ama, sogna, credi. E, con la grazia Dio, non disperare mai.

LeggiAmo la Bibbia

Dalla catechesi di Papa Francesco del 20 settembre 2017

Non arrenderti alla notte: ricorda che il primo nemico da sottomettere non è fuori di te: è dentro. Pertanto, non concedere spazio ai pensieri amari, oscuri. … Non pensare mai che la lotta che conduci quaggiù sia del tutto inutile. Alla fine dell’esistenza non ci aspetta il naufragio: in noi palpita un seme di assoluto. Dio non delude: se ha posto una speranza nei nostri cuori, non la vuole stroncare con continue frustrazioni.…

Ovunque tu sia, costruisci! Se sei a terra, alzati! Non rimanere mai caduto, alzati, lasciati aiutare per essere in piedi. Se sei seduto, mettiti in cammino! Se la noia ti paralizza, scacciala con le opere di bene! Se ti senti vuoto o demoralizzato, chiedi che lo Spirito Santo possa nuovamente riempire il tuo nulla.

Opera la pace in mezzo agli uomini, e non ascoltare la voce di chi…

View original post 232 altre parole

AUTUMN: fall of the leaf, cioè “la caduta della foglia”



Compilation – Autunno 2017


leaves-fall-colors-rainbow.jpg

Autumn or Fall



ilnestrosesansespine.blogspot.com

 

perchè domani inizia l’Autunno!  <<< IlPost 

L’equinozio d’autunno sarà alle 22.02 del, 22 settembre.  <<< IlPost 

(Matt Cardy/Getty Images) >>> http://www.ilpost.it


Domani risotto alla zucca e zafferano;

Riso baldo , Zucca , cipolla , zafferano , carne macinata (non avevo la salsiccia o salamella ) vino bianco, parmigiano burro e pepe.

giro blogando nel Web...

Autumn Fall

Negli Stati Uniti dicono “fall”, nel Regno Unito dicono “autumn”

                              Compilation – Autunno 2017

Subscribe to our channel: http://bit.ly/YouTubeHalidonMusic

Listen to our playlist “Classical Autumn” on Spotify: http://spoti.fi/2mwPHX6
Like us on Facebook: https://www.facebook.com/halidonmusic

▶ BUY the full MP3 album from our music store: http://bit.ly/2vXNW7d ♫♫♫ Special Price ♫♫♫

CLASSICAL MUSIC FOR AUTUMN

1. HAYDN – Cello Concerto No. 1 in C Major, Hob. VIIb:1: II. Adagio 0:002. BACH – Orchestral Suite No. 2 in B Minor, BWV 1067: III. Sarabanda 7:333. VIVALDI – Sinfonia in C Major, RV 112: II. Andante 10:374. MOZART – Symphony No. 1 in E-Flat Major, K. 16: II. Andante 12:295. MOZART – Piano Concerto No. 21 in C Major, K. 467: II. Andante 15:246. BEETHOVEN – Piano Concerto No. 3 in…

View original post 1.166 altre parole

Dio, in Paradiso, tiene ogni persona per un filo. Quando pecchi, tagli il filo. Allora Dio lo riannoda…e così facendo ti avvicina un po’ di più a Lui. E ancora i tuoi peccati tagliano il filo…e con ogni nodo Dio continua a tirarti sempre più vicino a sé.

giro blogando nel Web...

Uno come Matteo, per il lavoro che faceva e come lo faceva, non meritava compassione, e invece, ne riceve. E l’inatteso, e l’inaudito, come sempre, scatena la gioia, produce il brivido: Matteo si scioglie, lascia tutto, fa festa, lui e il mondo intero.

Amo questa storia narrata da Antony De Mello:

Uno degli insegnamenti più sconcertanti – e piacevoli – del maestro era: Dio è più vicino ai peccatori che ai santi.

Ecco come lo spiegava:

Dio, in Paradiso, tiene ogni persona per un filo. Quando pecchi, tagli il filo. Allora Dio lo riannoda…e così facendo ti avvicina un po’ di più a Lui. E ancora i tuoi peccati tagliano il filo…e con ogni nodo Dio continua a tirarti sempre più vicino a sé.
Io credo che quegli occhi, quelli di Gesù su Matteo, oggi ci saranno offerti.

Starà a noi avvertirne i brividi, percepire la luce che si appoggerà…

View original post 52 altre parole

Un Nuovo inizio:💗appunti da 🌻Romena…

 

img_7908-1

” il convegno che conclude l’anno speciale di Romena

vi raccontiamo la 3 giorni a Romena
Video :
don Luigi Ciotti e don-luigi-verdi  

                             Livia Chandra Candiani

    presentazione del libro 
"Vivere la magia del tuttopossibile" 
di Giuliano Fantechi

 


Un nuovo Inizio



Caro Sebastien, è passato un anno ma il tempo non ci ha fatto allontanare. Sei presente, affiori nel nostro quotidiano con un sorriso, con la tua leggerezza contagiosa, con la tua voglia di star bene insieme. Domani Lunedì 18 settembre alle ore 16 in Pieve a Romena ci ritroveremo per un momento di preghiera: ringraziarti del regalo che sei per noi.

Il nostro amico Sebastien
Alcune immagini piene di vita di Seba, in arte “Bonito”.
Noi ti ricordiamo così, un abbraccio fratello.

DA fra Giorgio Bonati

Il venticello leggero ogni tanto si risveglia, si anima, e smuove le foglie dei miei alberi, getta per terra due fogli di carta. Poi torna tranquillo, a solleticare leggermente ciò che incontra, a farsi muto.

Il sole è un incanto: te ne staresti lì a farti coccolare, lasciando che ti scaldi fino al cuore.

Il mio Seba abita il vento e il sole, è birichino come il vento e raggiante come il sole.

Non so se dire era o è: basta guardare una foto e mi sembra vivo, mi pare che il suo sorriso, la sua voce, le sue battute mi facciano ancora compagnia..e il vento monello ributta a terra i fogli…quasi a darmi la risposta, l’unica risposta: se senti in te la presenza di qualcuno, vive!

Rimetto a posto i fogli, ma non chiudo la finestra, non li voglio fermare con un peso, lascio che la vita faccia il suo.

Ogni tanto non resisto: vado alla finestra e mi faccio baciare dal sole. Me ne sto lì, qualche minuto, a guardare la vita che vive, la mosca che si pulisce le zampe e il muso, annuso il mazzo di lavanda che ho appoggiato sul davanzale, guardo le varie tonalità di verde della terra e di azzurro del cielo, fiuto i profumi della cucina che salgono, poi lo sguardo fissa un punto e si svuota, non vedo più nulla, sembra che guardi fuori ma vedi dentro, senti dentro di te muoversi qualcosa come fosse sbattuto dal vento.

Quando riapri gli occhi non sai quanto tempo sia trascorso, ma non te ne importa. Sai solo che i ricordi ti abitano ancora così bene da sembrare vivi. Sai solo che chi ha fatto un pezzo di strada con te tenendoti la mano, non te la lascerà mai.

Un grazie viene dal cuore per tutti gli amici che mi hanno fatto sentire che ci sono. Non serve altro.

fra Giorgio

Gianmaria Testa – Dentro la tasca di un qualunque mattino (Live)

Dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti porterei
nel fazzoletto di cotone e profumo
nel fazzoletto ti nasconderei
dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti nasconderei
e con la mano, che non vede nessuno,
e con la mano ti accarezzerei

salirà il sole del mezzogiorno
passerà alto sopra di noi
fino alla tasca del pomeriggio
ti porto ancora
se ancora mi vuoi

salirà il sole del mezzogiorno
e passerà alto, molto sopra di noi,
fino alla tasca del pomeriggio
dall’altra tasca ti porto
se vuoi

dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti porterei
nel fazzoletto di cotone e profumo
nel fazzoletto ti nasconderei

dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti nasconderei
e con la mano, che non vede nessuno,
e con la mano ti accarezzerei
e con la mano, che non vede nessuno,
con questa mano ti saluterei

Gianmaria Testa 
Gianmaria Testa - Dentro la tasca di qualunque mattino