Mi sta a cuore … la giustizia 🙏🏻 A Sua Immagine🦋

Con Luigi Verdi e Eraldo Affinati … e le scuole Penny Wirton.

Il nome della scuola richiama il titolo di un grande romanzo per ragazzi di Silvio D’Arzo (1920 — 1952), Penny Wirton e sua madre (Einaudi 1978), che ha come protagonista un bambino povero e disprezzato, il quale non ha mai conosciuto suo padre e, dopo una serie di prove, conquista, nonostante innumerevoli fatiche, la propria dignità, grazie anche all’aiuto del supplente della scuola del villaggio. Molti studenti della Penny Wirton sono orfani, a mille miglia lontani dalla famiglia: per loro e per tutti, adulti compresi, il nome Penny Wirton indica la possibilità di un riscatto.
La storia della Penny Wirton inizia nel 2004 quando Eraldo Affinati, docente di lettere trasferito su sua precisa richiesta alla Città dei Ragazzi di Roma, fondata nel secondo dopoguerra da monsignor John Patrick Carroll-Abbing, nella sezione distaccata dell’Ipsia “Carlo Cattaneo”, si rese conto dell’estrema necessità di aiutare, in modo il più possibile intensivo, i tanti adolescenti (moldavi, afghani, marocchini…) che usavano tra loro un italiano embrionale, insufficiente a trasmettere anche solo in parte il mondo di esperienze e di emozioni di cui erano portatori. Da allora si mise alla ricerca di uno spazio didattico pomeridiano fino a decidere di fondare nel 2008, insieme alla moglie Anna Luce Lenzi, la Scuola Penny Wirton chiedendo accoglienza al parroco di San Saba, P. Stefano Fossi S. J.

Continua …

http://www.scuolapennywirton.it/breve-storia-della-scuola/

giro bloggando ...

A Sua Immagine 19/10/2019

Con Luigi Verdi ed Eraldo Affinati

https://www.raiplay.it/video/2019/10/A-sua-Immagine-del-19102019-249408d9-5717-4b7d-948f-fb3b1561e569.html?wt_mc=2.app.fb.raiplay_vod_a-sua-immagine_puntata-del-19102019.&wt

La storia della Penny Wirton inizia nel 2004 quando Eraldo Affinati, docente di lettere trasferito su sua precisa richiesta alla Città dei Ragazzi di Roma, fondata nel secondo dopoguerra da monsignor John Patrick Carroll-Abbing, nella sezione distaccata dell’Ipsia “Carlo Cattaneo”, si rese conto dell’estrema necessità di aiutare, in modo il più possibile intensivo, i tanti adolescenti  (moldavi, afghani, marocchini…) che usavano tra loro un italiano embrionale, insufficiente a trasmettere anche solo in parte il mondo di esperienze e di emozioni di cui erano portatori. Da allora si mise alla ricerca di uno spazio didattico pomeridiano fino a decidere di fondare nel 2008, insieme alla moglie Anna Luce Lenzi, la Scuola Penny Wirton chiedendo accoglienza al parroco di San Saba, P. Stefano Fossi S. J.

Il nome della scuola richiama il titolo di un grande romanzo…

View original post 357 altre parole

C’è tempo…

“C’è tempo”
racconta il dolore della perdita e la speranza nel futuro

>> http://www.huffingtonpost.it/goffredo-bettini

image

Time postato da touchn2btouched

TEMPO

Non ti auguro un dono qualsiasi,

ti auguro soltanto quello che i più non hanno.

Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;

se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare,

non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo, non per affrettarti a correre,

ma tempo per essere contento.

Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,

ti auguro tempo perché te ne resti:

tempo per stupirti e tempo per fidarti

e non soltanto per guadarlo sull’orologio.

 

Ti auguro tempo per guardare le stelle

e tempo per crescere, per maturare.

Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.

Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per trovare te stesso,

per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.

girobloggando.com/2019/06/18/ti-auguro-tempo

 

giro bloggando ...

“ Bisogna essere forti per permettersi di essere infinitamente DOLCI; ed essere saggi per permettersi di essere FOLLI ”.Magdeleine de Jesus

Pratovecchio Ar –Fraternita’ di Romena.

Walter Veltroni –
Qual’è il mio posto nel mondo

noncerosasenzaspine.com/2019/10/07/bisogna-essere-forti-per-poter-essere-infinitamente-dolci-ed-essere-saggi-per-permettersi-dessere-folli/

IL BLOG

“C’è tempo” di Veltroni racconta il dolore della perdita e la speranza nel futuro

>>> www.huffingtonpost.it/goffredo-bettini

Nel caso di Stefano (Stefano Fresi) e Giovanni (Giovanni Fuoco), i due protagonisti di “C’è tempo”

www.huffingtonpost.it/2019/03/05/ce-tempo-il-film-di-walter-veltroni-una-favola-sulla-diversita


www.youtube.com/watch

View original post

Il cammino dell’anima

Hildegard von Bingen.jpg

Il disco è ispirato dall’opera originale di Ildegarda di Bingen (1098-1179)[1], compositrice, naturalista e monaca benedettina tedesca.

…voce dell’anima, quella di un profeta, del diavolo e delle virtù.

Uno dei versi cantati che ha immediatamente catturato la mia attenzione recita:

“Io vorrei godere senza mai recare offesa.”

giro bloggando ...

www.youtube.com/watch

Angelo Branduardi

Il cammino dell’anima

Angelo Branduardi ridà voce, musica e anima a Ildegarda di Bingen

A 6 anni dall’ultimo album è uscito lo scorso 4 ottobre “Il cammino dell’anima” frutto musicale intenso, compiuto con un lavoro appassionato e filologico sulle parole e le note originali della mistica medievale che Benedetto XVI proclamò santa e dottore della Chiesa. 

Lo si appella maestro o menestrello, titoli tutt’altro che snob per descrivere il suo viaggio nella musica lungo sentieri ritenuti di nicchia ma, alla prova dei fatti, apprezzati da una platea vastissima di pubblico non solo erudito. È Angelo Branduardi, settant’anni il prossimo anno e quarantacinque di carriera festeggiati nel 2019. Il regalo più bello che si è concesso è stato quello di tuffarsi nel mondo visionario e universale del medioevo di Ildegarda di Bingen. Lo scorso 4 ottobre è uscito Il…

View original post 80 altre parole

“L’UOMO È INFINITAMENTE PICCOLO DI FRONTE ALLA NATURA, MA INFINITAMENTE GRANDE SE ACCETTA DI FARNE PARTE”

“Gli alberi sono lo sforzo infinito della terra per parlare al cielo in ascolto”

noncerosasenzaspine.com/2019/09/28/invisibile-agli-occhi/

Vieni, vieni chiunque tu sia, sognatore, devoto, vagabondo, poco importa. Vieni ...

“Gli alberi sono lo sforzo infinito della terra per parlare al cielo in ascolto”. Con queste parole del poeta bengalese Tagore giunge una freccia di luce in questa grigia giornata, frase che racchiude in se il senso profondo della vita, tenere attaccato il cielo alla terra, ricordarci che siamo impasto di carne e spirito.

I fratelli alberi sono presenze preziose nella nostra vita e un giorno sono andato a guardare quando nella creazione fossero stati creati, e con sorpresa leggo nella Genesi che il terzo giorno, insieme al mare e alla terra Dio crea gli alberi “che fanno frutto con il seme ciascuno secondo la sua specie”.

Ancora non è creato il sole e la luna, e già gli alberi sono li, come braccia che tengono unito cielo e terra!

La narrazione della creazione è chiaramente un ‘mito’, simile a molte narrazioni di altre tradizioni, e la domanda a cui…

View original post 153 altre parole

Il nocciolo Parola prêt-à-porter della Fraternità parrocchiale di Papiano 7 – 13 ottobre 2019

Vieni, vieni chiunque tu sia, sognatore, devoto, vagabondo, poco importa. Vieni ...

Lun. 7: Invece un samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto, vide e ne ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi lo caricò sulla sua cavalcatura, lo portò in albergo e si prese cura di lui. Il giorno seguente, tirò fuori due denari e gli diede all’albergatore dicendo: “Abbi cura di lui; cil che spenderai in più, te lo pagherò al mio ritorno”. (Lc 10, 33-35)

Mt.8: Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola. (Lc 10, 39)

Merc.9: Gesù si trovava in un luogo deserto a pregare. (Lc 11,1)

Giov.10: “È inutile servire Dio: che vantaggio abbiamo ricevuto dall’aver ascoltato i suoi comandamenti?” (Ml 3,14).

Ven.11: “Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull’altra” (Lc 11, 17)

Sab.12: “Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola…

View original post 1.547 altre parole

🍃.i vostri nomi sono scritti in cielo..🍃

“Lei deve abortire signora.Non ha nessuna alternativa purtroppo. È malata ai reni e il suo cuore è appeso a un filo…..Rischiate di morire entrambi. Nelle sue condizioni non riuscirà a portare a termine la gravidanza, il suo bambino, per il quale vuole sacrificare la vita, morirà.”

Quel bambino nacque il 18 Maggio 1920 a Wadowice Polonia, con il nome di Karol Wojtyla.

Antonella R. Fraternità di Romena

🍁 Sono le cose imperfette, le illusioni rammendate,

i sogni sbriciolati nelle pozzanghere,

le finestre chiuse che si riaprono col vento;

sono le cose imperfette, sai, che lasciano

improvvisamente passare la luce.🍁

Leonard Cohen