«Cristo è pietra di scandalo. Per questo mi fanno un immenso onore quando mi rifiutano: assomiglio un pochino a Gesù che fu pietra di scandalo»

Oscar Romero: l’opzione per i poveri ”

Oscar Romero Introduzione

MONSIGNOR OSCAR ARNULFO ROMERO

San Romero d’America Pastore e Martire nostro nessuno farà tacere la tua ultima omelia Don Pedro Casaldaliga <<<>>> pdf

il coraggio che viene dalla preghiera

Ho avuto paura. Ho passato tutta la notte pensando che una pallottola avrebbe ben potuto attraversare la porta o le finestre (1), confidava Monsignor Romero, ai suoi amici. Parole come queste certificano, qualora ce ne fosse bisogno, la sua santità. Ha messo, con tutti i limiti, la sua umanità a servizio del Regno di Dio e quindi della causa degli oppressi. E noi contempliamo questa disponibilità ed i gesti profetici compiuti con il supporto della Grazia. Radicale e fermo nell’esercizio del suo ministero, fragile nel privato, anche a causa dell’isolamento subito e delle calunnie messe in circolo dai suoi innumerevoli oppositori. Pur attentissimo al valore dell’unità della Chiesa, quando si trattava di scegliere tra un accordo di facciata con le gerarchie locali e romane -penalizzante per le istanze degli ultimi- e l’appoggio alle sacrosante -ma conflittuali- rivendicazioni di giustizia sociale, non arretrava, scegliendo la seconda opzione. Turbato per le divisioni, ma deciso nel far prevalere le dinamiche evangeliche sui posizionamenti opportunistici della diplomazia. E noi contempliamo la predilezione conflittuale di Romero per i poveri, ricordando le parole del Signore: «Non sono venuto a portare pace, ma una spada» (2). Infatti, l’annuncio della buona novella è da portare urgentemente, scavalcando, se necessario, le tattiche della burocrazia, combattendo, se necessario, l’imborghesimento, o  la collusione con i tiranni, di quei pastori con la vocazione dei funzionari. Romero era un uomo di preghiera, con una profonda spiritualità. E proprio la preghiera, insieme alla testimonianza di persone come p. Rutilio Grande, l’hanno portato a schierarsi dalla parte degli sconfitti, la stessa di Cristo, non la cultura del tempo, non la formazione ricevuta, non l’ideologia. «Il mondo dei poveri, le cui caratteristiche sociali e politiche sono assai concrete, ci mostra dove la Chiesa debba incarnarsi per evitare quel falso universalismo che si conclude sempre in connivenza con i potenti» (3), dichiarava pochi giorni prima di essere ucciso.E noi ti ringraziamo, fratello Oscar, per averci ricordato la strada.


(1) Citazioni di O. Romero in Roberto Morozzo della Rocca, Oscar Romero. La biografia, Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo  (Mi) 2015, p. 245
(2) Vangelo di Matteo 10,34

(3) Oscar Romero, La dimensione politica della fede, Università Cattolica di Lovanio, 2/2/1980 in La voce di Monsignor Romero. Testi e omelie, traduzione di Teodora Tosatti, Borla, Roma 2007, p. 155

altranarrazione.blogspot.com

Mele gratis … in Norvegia

freeanimals-freeanimals.blogspot.com

C’è una donna in Norvegia che ha una fattoria e di solito il suo frutteto produce per lei ottime mele.

Quest’anno però la produzione è stata più che abbondante tanto che la donna, non sapendo più dove mettere tutte queste mele ha pensato di farne dono anche ai vicini e ai passanti.

Ha infatti riempito dei sacchetti di plastica con alcune mele ciascuno e poi li ha appesi alla cancellata della sua villetta. Mele gratis per tutti i passanti.

Cogli la prima mela.


e mani piene non possono ricevere più nulla. Solo le mani vuote si aprono alla grazia.

Il vento nei prossimi giorni di questo autunno sfoglierà le piante e loro lasceranno che le cose accadono, perché è così che amano, lasciandosi andare, lasciandosi cadere.
Don Gigi Romena

>>>Cos’è che ci può cambiare la vita?<<<

NON UN CROCIFISSO MA IL VUOTO, IL RISORTO, L’INFINITO. UNICA EREDITÀ: L’ORO NELLE FERITE

Il #Vangelo di domenica 14 ottobre

da Mc 10, 17-30 e il commento di Luigi Pozzoli

Un tale gli corse incontro e gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». Gesù gli disse: «… Tu conosci i comandamenti… ». Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza». Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri…». Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni.

                                                                                                                 da Mc 10, 17-30

La domanda del giovane ricco tradisce una visione mercantile della salvezza, come se essa fosse un bene commerciabile. Ma la salvezza, dice Gesù, è un’avventura che nasce da un incontro, da una presenza, da uno sguardo. La…

View original post 132 altre parole

Salmo 63/ Lunga vita

www.mastrohora.it/pagine/letture/salmo63

Salmo 63

Salmo di Davide quando dimorava nel deserto di Giuda

SALMO 63

63 (62) Il desiderio di Dio

1 Salmo. Di Davide, quando dimorava nel deserto di Giuda.

2 O Dio, tu sei il mio Dio, all’aurora ti cerco, di te ha sete l’anima mia, a te anela la mia carne, come terra deserta, arida, senz’acqua.

3 Così nel santuario ti ho cercato, per contemplare la tua potenza e la tua gloria.

4 Poiché la tua grazia vale più della vita, le mie labbra diranno la tua lode.

5 Così ti benedirò finché io viva, nel tuo nome alzerò le mie mani.

6 Mi sazierò come a lauto convito, e con voci di gioia ti loderà la mia bocca.

7 Quando nel mio giaciglio di te mi ricordo e penso a te nelle veglie notturne,

8 a te che sei stato il mio aiuto, esulto di gioia all’ombra delle tue ali.

9 A te si stringe l’anima mia e la forza della tua destra mi sostiene.

10 Ma quelli che attentano alla mia vita scenderanno nel profondo della terra,

11 saranno dati in potere alla spada, diverranno preda di sciacalli.

12 Il re gioirà in Dio, si glorierà chi giura per lui, perché ai mentitori verrà chiusa la bocca.

http://fcrosti.com/video/salmo-63/

🔆🌞🔆🌞🔆🌞🔆🌞🔆

Lunga vita

  (Canto Navaho)

“Nella casa della lunga vita io cammino,
nella casa della felicità io cammino,
la bellezza è davanti a me io cammino con lei,
la bellezza è sotto di me io cammino con lei,
la bellezza è sopra di me io cammino con lei,
la bellezza è tutto intorno a me io cammino con lei,
nel viaggio della mia vecchiaia io cammino con lei,
e sulla pista selavaggia io cammino con lei”

www.mastrohora.it/pagine/letture/lunga_vita

Canto Navajo

TRE Parole che cambiano la vita (3)

Giovanni Vannucci fede – speranza- amore

Fraternità di Romena

“Siate figli del vento, gente del cammino, diffidenti verso le sistemazioni, le istituzioni e le regole formulate troppo bene”.

GIOVANNI VANNUCCI
Fede, Speranza, Amore


“La realtà è che siamo immersi in un oceano d’amore. Cristo è venuto a ricordarcelo.

Giovanni Vannucci

Un libro fotografico per trasmettere la profondità delle intuizioni più belle di Giovanni Vannucci. Immagini che parlano di silenzio, libertà, infinito, luce: le parole della sua preghiera. Il libro apre con un ricordo inedito di David Maria Turoldo scritto venticinque anni fa alla morte di Giovanni Vannucci. Con un testo inedito di David Maria Turoldo. Ne leggiamo alcune righe: “Parlare di lui? Così schivo, così misurato, così silenzioso. Di lui tanto gentile quanto dolcemente ironico, o anche acutamente ironico quale riesce ad essere di solito un toscano intelligente. Tanto più Giovanni, che all’intelligenza univa più che il dono, direi, l’istinto della sapienza del monaco, la conquistata misura delle cose: la misura del contemplativo! Con quella faccia mesta e serena insieme; e la testa poderosa di pensatore, appena coronata di bianco; e la voce sempre trattenuta, velata, quasi avesse paura a parlare, paura di disturbare il silenzio, il mistero”.

www.romena.it/pubblicazioni/libri/prodotto/28-vannucci-fede-speranza-amore-fratrenita-di-romena

Il perdono non è dimenticare le colpe del passato, ma un dilatarsi del cuore in uno scambio di vita.

In questo piccolo spazio
vorrei che ogni uomo
si sentisse a casa sua e, libero da costrizioni
potesse raggiungere la conoscenza di se stesso
e incamminarsi nella sua strada forte e fiducioso.
Vorrei che fosse una sosta di pace e di riflessione
per ogni viandante che vi giunge,
un posto dove l’ideale diventa realtà
e dove la gioia è il frutto spontaneo.

Giovanni Vannucci

www.romena.it

… siate esperti dei confini…

Pier Luigi Ricci

Esperienze di volo

“Nella vita  contano le domande, perché le risposte ci appagano e ci fanno stare fermi,
le domande ci obbligano a guardare avanti e ci fanno camminare.”
 

Pier Luigi Ricci

Il mio amico David

🙏🏻🙏🏻🙏🏻🙏🏻

il blog di Costanza Miriano

di Costanza Miriano

Va bene, visto che ci sono, comincio a dirlo. Ho appena finito di preparare un libro con il meglio di questo blog, scegliendo tra i miei pezzi quelli che mi sembrava non potessero mancare, e che raccontassero di un piccolo popolo che si è formato anche grazie allo scambio che avviene su queste pagine. Scelti, dolorosamente, i post che mi sembravano migliori li ho tagliati, riletti, spero migliorati, e li ho fatti precedere da introduzioni che inquadrassero, svelassero i retroscena, dessero conto di quello che poi è successo (mio marito diceva che le introduzioni erano troppo prolisse, le mie amiche le trovavano troppo corte: ho ascoltato loro). Ma c’era qualcosa che mancava, anzi qualcuno di molto importante per me.

View original post 1.153 altre parole

L’amore è tutto…

Siate figli del vento, gente del cammino, diffidenti verso le sistemazioni, le istituzioni e le regole formulate troppo bene.

Giovanni Vannucci

Ascoltate

NON UN CROCIFISSO MA IL VUOTO, IL RISORTO, L’INFINITO. UNICA EREDITÀ: L’ORO NELLE FERITE

“…si deve continuare a portare in sé un grande silenzio nel quale potersi costantemente ritirare…”

Etti Hillesum

💗💗💗💗💗

🌹🌻🌹🌻🌹🌻🌹

Sebastien

View original post