“L’amor che move il sole e l’altre stelle…”

Tanto gentile e tanto onesta pare – Dante Alighieri

Tanto gentile e tanto onesta pare

la donna mia quand’ella altrui saluta,
ch’ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l’ardiscon di guardare.

Ella si va, sentendosi laudare,
benignamente d’umiltà vestuta;
e par che sia una cosa venuta
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi la mira,
che dà per li occhi una dolcezza al core,
che ‘ntender no la può chi no la prova;

e par che de la sua labbia si mova
un spirito soave pien d’amore,
che va dicendo a l’anima: Sospira

– Dante Alighieri – 

Dante e Beatrice

Uno dei più grandi amori della letteratura di ogni tempo fu l’amore tra Dante Alighieri e Beatrice, identificata forse in Beatrice di Folco Portinari, detta Bice, che andò sposa a Simone de’ Bardi. 

Questo amore nacque da un semplice sguardo, vissuto nel cuore e nelle parole del poeta, che soffrì la lontananza e superò la morte nella grandiosa opera la “Divina Commedia”. 

Inizialmente, Dante l’amò secondo i canoni dell’amor cortese e ne descrisse la bellezza del volto. 

L’origine del fascino di Beatrice erano gli occhi: verdi, scintillanti, che davano all’intero volto una straordinaria luminosità. 

Il suo sorriso, poi, era fresco, spontaneo, appena velato di tristezza. 

Aveva una voce sottile e straordinariamente armoniosa. 

Sulle labbra le fioriva un dolcissimo sorriso e quando posava gli occhi sull’interlocutore, lo sguardo infondeva una serenità che incantava. 

Il nostro poeta ne era affascinato. Dante aveva incontrato Beatrice nella casa del padre a nove anni e a diciotto si erano salutati per strada, ma presto la perse: Bice giovanissima morì. 

La sua Beatrice, la sua amata, però poteva sopravvivere nella sua poesia. Poteva raccontare di lei e di questo amore e delle poesie che aveva scritto per la donna che le aveva ispirate. 

Un racconto del privilegio che Dio gli aveva concesso. Intitolò l’opera “Vita Nova”, vita rinnovata dal vero amore. 

Il fuoco dell’amore bruciava e Beatrice divenne in Dante una visione poetica, sublime, elevata sopra ogni creatura, che nel suo viaggio di pellegrino nel regno dei morti riuscì a raggiungere. 

Beatrice gli apparve sfolgorante tra alberi in fiore e con sul capo la corona di alloro.

Che dentro a li occhi suoi ardeva un riso Tal, ch’io pensai di toccar cò miei lo fondo De la mia gloria e del mio paradiso.

– Dante Alighieri – 

Composta lunedì 10 febbraio 2014

dal libro “La Divina Commedia” di Dante Alighieri

L’amore è più forte della vita e tanto vicino alla morte.

– Dante Alighieri –

dal libro “La Divina Commedia” di Dante Alighieri

Quel ch’ella par quando un poco sorride, non si po’ dicer né tenere a mente, sì è novo miracolo e gentile.

– Dante Alighieri –

L’amor che move il sole e l’altre stelle.

– Dante Alighieri – 

Buona giornata a tutti. 🙂

www.leggoerifletto.it

Fonte: leggoerifletto

                                                         *** TUTTO DANTE ***

Benigni recita Dante

Roberto Benigni recita il primo canto dell’Inferno di Dante

 

Roberto Benigni recita il primo canto dell’Inferno di Dante. Fine della prima parte di uno spettacolo in numerose serate dedicate alla “spiegazione” e recitazione di diversi canti del poema per eccellenza della lingua italiana.
Scegliete i sottotitoli: versione “originale” nei sottotitoli italiani, traduzione di Jacqueline Risset nei sottotitoli francesi.
For other languages, by clicking on the CC under the video, you can select another language in the scrolling menu, and YouTube/Google will suggest you a decent translation into the selected language (hopefully based on the french subtitles which are in a contemporary language – which would not be the case if I had chosen to use the translation made by André Pézard).
Questo è solo un piccolo estratto di una collana di DVD che riproducono le riprese dello spettacolo di Firenze, andate in onda sulla RAI pochi anni fa.
I DVD si possono comprare in linea sul sito del corriere http://store.corriere.it/letteratura/…
Nota per chi gestisce diritti d’autore. Sono un umile professore d’italiano in Belgio, ed ho piacere a condividere con i miei studenti la passione contagiosa di Benigni per un capolavoro inuguagliabile. L’uso dei sottotitoli che consente YouTube è di grande aiuto per studenti che si avvicinano all’italiano con amore. Sarei molto deluso se questo video venisse cancellato per questioni di diritti d’autore. Sarebbe un po’ come se qualcuno avesse voluto impedire che versioni tradotte della Bibbia circolassero tra i vulgari… Spero che apprezzerete il link…

Help us caption & translate this video!

http://amara.org/v/GGmc/ 

Roberto Benigni ” Commuove “Il Parlamento Europeo 2011

www.tuttodante.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...