… c’é un mare senza sillabe di cui essi son segno.


Spiegare la bellezza significa intaccarla e definire il fascino, avvilirlo – c’é un mare senza sillabe di cui essi son segno.

La mia mente si affanna a ricevere quella parola; invano, ma ogni volta la rapisce un’estasi certezza di ricchezze segrete- di intime miniere-

Emily Dickinson

Tiziano Terzani – Anam, il Senzanome – Parte 4/7

Mi piaceva pensare che i problemi dell’umanità potessero essere risolti un giorno da una congiura di poeti: un piccolo gruppo si prepara a prendere le sorti del mondo perché solo dei poeti ormai, solo della gente che lascia il cuore volare, che lascia libera la propria fantasia senza la pesantezza del quotidiano, è capace di pensare diversamente. Ed è questo di cui avremmo bisogno oggi: pensare diversamente.”
Tiziano Terzani

LA CONGIURA DEI POETI. TIZIANO TERZANI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...