Santa Teresa di Gesù Bambino – Teresa di Lisieux


Mi piace quando la chiesa diventa un po’ pazza e sceglie come ‘patrona’ delle missioni una ragazzina, rimasta chiusa tra le quattro mura di casa e quelle del suo monastero, e che a 24 anni già aveva compiuto per intero il suo percorso terreno, Teresa di Lisieux, o meglio Teresa del bambin Gesù.

Così scrive, questa piccola donna innamorata: “Tu non sei nessuno finché nessuno ti ama. Senza il cuore, cioè l’amore, la Chiesa non sarebbe nulla: i missionari sarebbero dei funzionari e i martiri degli squilibrati e l’opera di evangelizzazione, un’impresa commerciale come tante.”

Già, così è anche successo, quando la verità rimane senza amore!

Ma è su una piccola parola che vorrei si concentrasse la mia attenzione oggi: ‘oggi’, appunto.

E questa preghiera di Teresa, oggi, mi faccia compagnia, mi risvegli all’oggi di questa vita.
“La mia vita è un istante, un’ora che passa,

un momento che mi sfugge e se ne va.

Tu lo sai, mio Dio, che per amarti sulla terra, non ho altro che l’oggi.

Ti amo Gesù. Tende a te la mia anima…

Sii tu il mio dolce sostegno. Regna nel mio cuore.

Donami il tuo sorriso, per un giorno solo. Per oggi, per oggi.

Che importa, Signore, se l’avvenire è oscuro…

No, io non posso pregarti per il domani…

Mantieni puro il mio cuore, coprimi con la tua ombra.

E non sia che per l’oggi.

Temo la mia incostanza, se penso al domani.

E sento nascermi in cuore, noia e tristezza.

Ciò che voglio, mio Dio, è la prova. E che sia per l’oggi.

Dovrò ben vederti, tra poco, sulla riva eterna, o Pilota divino, mano che mi conduci!

Guida la mia navicella in pace fra le onde in tempesta.

E che sia per oggi.

Lascia, o Signore, che mi nasconda nel tuo Volto.

Lì il chiasso del mondo sarà spento per me.

Dammi il tuo amore, conservami la tua grazia. E sia per oggi.”

Fra  Giorgio Bonati

In onore di Santa Teresa di Gesù Bambino e per sollecitare delle grazie
attraverso la sua intercessione…


By leggoerifletto

Perché ti amo Maria – Santa Teresa di Lisieux (1° Ottobre)

Voglio cantare perché ti amo.
Maria, il tuo dolce nome riempie il mio cuore di gioia.
Quando contemplo la tua vita nel Vangelo,

non ho più paura di avvicinarmi a te,

Vergine piena di grazia.
Tu a Nazaret sei vissuta povera tra i poveri.

Tu sei la madre dei poveri,
degli umili, dei piccoli.
Essi possono, senza timore, alzare gli occhi a te.
Tu sei l’incomparabile Madre
che va con loro per la strada comune,

per guidarli al cielo.
O Maria, voglio vivere con te, voglio vivere come te,
voglio seguirti ogni giorno.
Mi immergo nella tua contemplazione
e scopro gli abissi d’amore del tuo cuore.

Tutti i miei timori svaniscono
nel tuo sguardo materno
che mi insegna a piangere e a gioire.

– Santa Teresa di Lisieux –

“Viver d’amore non è già piantar sulla terra, sulla vetta del Tabor, la propria tenda: ma salire con Gesù sul Calvario, ed ambire il tesoro della Croce! 

Vivrò in cielo esultante quando ogni prova sarà per sempre trascorsa. Ma quaggiù voglio viver d’amore nella sofferenza.”


– Santa Teresa di Lisieux – 


Più piccolo fiore

Sì, mio amato, ecco come si consumerà la mia vita…
Non ho altro mezzo per provarti il mio amore che gettare fiori,
vale a dire non lasciarmi sfuggire alcun piccolo sacrificio,
alcuno sguardo, alcuna parola;
approfittare di tutte le cose più piccole
e compierle per amore.
Voglio soffrire per amore
e gioire per amore,
e così getterò dei fiori
davanti al tuo trono;
non ne incontrerò nessuno
senza sfogliarlo per te…
Poi, mentre getto i miei fiori, canterò
(si può forse piangere compiendo un gesto così gioioso?),
canterò anche quando mi sarà dato
di cogliere i miei fiori in mezzo alle spine,
e il mio canto sarà tanto più melodioso
quanto più le spine saranno lunghe e pungenti.

– Santa Teresa di Lisieux –

 1873-1897, santa, monaca

O Signore, non puoi abbassarti più che nell’Eucarestia per insegnarmi per insegnarmi l’umiltà!

– Santa Teresa di Lisieux –

Considerata da papa Pio XI come la “stella del suo pontificato”, è stata da lui beatificata nel 1923 e poi canonizzata nel 1925.

Edificata in suo onore, la Basilica di Lisieux è il secondo luogo di pellegrinaggio di Francia solo dopo Lourdes.

Santa Teresa di Gesù Bambino (di Lisieux), Vergine e dottore della Chiesa, 1 ottobre

Credere è scoprire di essere amati da Dio, è aprire il cuore alla grazia e lasciarsi invadere dal Suo Amore, è affidarsi totalmente a questo Amore rispondendo all’amore con l’amore. Se tu ami, Dio entra in te e testimonia dentro di te Lui stesso. Lui dà un modo tutto nuovo di guardare la realtà che ci circonda. La fede ci fa vedere gli avvenimenti con i Suoi stessi occhi, fa scoprire il disegno che Egli ha su di noi, sugli altri, sulla creazione intera.
«Beati quelli che pur non avendo visto crederanno!»
Un esempio luminoso di questo nuovo modo di guardare le cose con gli occhi della fede è quello di Teresa di Gesù Bambino. Una notte, a causa della tubercolosi che l’avrebbe portata alla morte, ebbe uno sbocco di sangue. Avrebbe potuto dire: “Ho uno sbocco di sangue”. Invece disse: “È arrivato lo Sposo”. Ha creduto anche senza vedere. Ha creduto che in quel dolore Gesù veniva a visitarla e la amava: il suo Signore e il suo Dio.
La fede, come per Teresa di Gesù Bambino, ci aiuta a vedere tutto con occhi nuovi. Come lei ha tradotto quell’avvenimento in “Dio mi ama”, così anche noi possiamo tradurre ogni altro avvenimento della nostra vita in “Dio mi ama”, oppure: “Sei tu che vieni a visitarmi”, oppure: “Mio Signore e mio Dio” .
In Cielo vedremo Dio così come egli è, ma la fede già da ora ci spalanca il cuore sulle realtà del Cielo e ci fa intravedere tutto con la luce del Cielo.

(Fraternità Francescana Secolare)

“L’ho ben capito, la gioia non la troviamo negli oggetti che ci stanno intorno, bensì nel profondo dell’anima, possiamo averla in una prigione altrettanto bene che in un palazzo, la prova è che io sono più felice nel Carmelo, anche tra prove intime ed esteriori, che nel mondo, circondata dalle comodità della vita, e soprattutto dalle dolcezze del focolare paterno!”

– Santa Teresa del Bambin Gesù –

“Sorrido anche se mi vengono le lacrime.

Accetto con riconoscenza le spine che si nascondono tra i fiori”

– Santa Teresa di Gesù Bambino –

– O Dio, vieni a salvarmi. 

– Signore, vieni presto in mio aiuto. 

– Gloria al Padre… 

  1. Eterno Padre che con infinita misericordia ricompensi chi fedelmente ascolta la tua parola, per l’amore purissimo che tua figlia Santa Teresa ebbe per Gesù Bambino, così da obbligarti ad esaudire in cielo i suoi desideri, poiché lei sulla terra aveva aderito con gioia alla tua volontà, mostrati propizio alle suppliche che per me Lei stessa Ti implora, ed esaudisci le mie preghiere accordandomi la grazia che Ti chiedo. 

– Pater, Ave, Gloria

  1. Eterno Figlio divino che hai promesso di ricompensare anche il più piccolo servizio reso al prossimo per tuo amore, volgi io sguardo alla tua sposa Santa Teresa di Gesù Bambino che ebbe tanto a cuore la salvezza delle anime e per quanto ha fatto e sofferto, ascolta la sua promessa di “trascorrere il cielo facendo del bene sulla terra” e concedimi la grazia che con tanto ardore Ti chiedo. 

– Pater, Ave, Gloria

  1. Eterno Spirito Santo che hai arricchito con tante grazie l’anima eletta di Santa Teresa di Gesù Bambino, io Ti scongiuro per la fedeltà con cui corrispose ai tuoi santi doni: ascolta la preghiera che per me lei stessa Ti rivolge e accogliendo la sua promessa di “lasciar cadere una pioggia di rose”, accordami la grazia di cui ho tanto bisogno. 

– Pater, Ave, Gloria


www.leggoerifletto.it

Preghiere di intercessione a Santa Teresa di Lisieux

Cara piccola Teresa del Bambino Gesù, 

grande Santa del puro amor di Dio, 

vengo oggi a confidarti il mio ardente desiderio.

Sì, molto umile vengo a sollecitare la tua potente intercessione per la grazia seguente…(esprimerla).

Poco tempo prima di morire, hai chiesto a Dio di poter trascorrere il tuo Cielo facendo del bene sulla terra.

 

Hai anche promesso di spandere su di noi, i piccoli, una pioggia di rose.

Il Signore ha esaudito la tua preghiera: migliaia di pellegrini lo testimoniano a Lisieux e nel mondo intero.

Forte di questa certezza che tu non rigetti i piccoli e gli afflitti, vengo con fiducia a sollecitare il tuo aiuto. Intercedi per me presso il tuo Sposo Crocifisso e glorioso.

Digli il mio desiderio.

Egli ti ascolterà, perché tu non gli hai mai rifiutato nulla sulla terra.

Piccola Teresa, vittima d’amore per il Signore, patrona delle missioni, modello delle anime semplici e confidenti, mi rivolgo a te come una grande sorella molto potente e amorevolissima.

Ottienimi la grazia che ti chiedo, se questa è la volontà di Dio.

Sii benedetta, piccola Teresa, per tutto il bene che ci hai fatto e ti auguri di prodigarci ancora fino alla fine dei mondo.

Sì, sii mille volte benedetta e ringraziata di farci così toccare in qualche modo la bontà e la misericordia dei nostro Dio! 

Amen.

Preghiera che arriva direttamente dal SANTUARIO di Lisieux…

In onore di Santa Teresa di Gesù Bambino e per sollecitare delle grazie
attraverso la sua intercessione…

“Oh Padre Nostro dei Cieli che, per Santa Teresa di Gesù Bambino,

Volete ricordare al mondo l’Amore Misericordioso che riempe il Vostro cuore

E la fiducia filiale che si deve avere in Voi ,

Vi ringraziamo umilmente di avere colmata di tanta gloria

Quella che fu sempre il Vostro bambino così fedele e di dargli

Un potere meraviglioso per attirarVi ogni giorno

Un molto grande numero di anime che Vi loderanno eternamente.

Santa Teresa di Gesù Bambino,

Ricordatevi della vostra promessa di “fare del Bene sulla terra”,

Spargete con abbondanza la vostra” pioggia di rose”

Su coloro che vi invocano ed otteneteci di Dio

le grazie che aspettiamo della Sua bontà infinita

Amen!”

L’anima si immagini di trovarsi innanzi a Gesù Cristo,

conversi spesso con Lui e cerchi d’innamorarsi dalla sua umanità,

tenendola sempre presente.

– Santa Teresa di Gesù –

Non perdere neppure una delle spine che incontri ogni giorno. 

Con una sola di esse puoi salvare un’anima.

— Santa Teresa del Bambin Gesù —

O Santa Teresa di Gesù Bambin, 

modello di umiltà,di confidenza e di amore, 

dall’alto dei cieli fate cadere sugli uomini

 i petali delle rose che tenete in braccio; 

la rosa dell’ umiltà, 

perchè essi umilino il loro orgoglio e accettino il giogo del Vangelo; 

quello della confidenza, 

perchè essi si abbandonino alla volontà di Dio 

e confidino nella sua misericordia; 

la rosa dell’amore finalmente perchè aprendosi senza misura alla grazia, 

essi realizzino l’unico fine per il quale Dio li ha creati a sua immagine :

amarlo e cioè farlo amare.

Amen

APPROFONDIMENTI
 

Santa Teresa di Lisieux. Approfondimenti: biografia, spiritualità, scritti

Santa Teresa di Lisieux. Galleria fotografica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...