Le rughe dei miei occhi sono raggi di sole. Le rughe sulle mie guance sono onde del mare. Le rughe della mia fronte sono onde di sabbia…

image

Rising in Love…

 

 by Giuliana

… SUBLIME …   ADA LUZ MÁRQUEZ

“Le rughe dei miei occhi sono raggi di sole. Le rughe sulle mie guance sono onde del mare. Le rughe della mia fronte sono onde di sabbia.

Il mio viso è una tela dove è impresso il paesaggio che ho vissuto, la grande opera infinita che è la vita. Il mio viso è la poesia di Madre Terra, scritta sulla mia pelle. Le mie risate e le mie lacrime, i miei canti ed i miei silenzi, la vita vissuta ad ogni respiro.

Amo le mie rughe e le mie cicatrici, perché mi ricordano che sono stata, che sono e che sarò sempre più grande di ogni possibile dolore.”

(Ada Luz Márquez)

elaborazione immagine WEB

By leggoerifletto

Il fiume e l’oceano – Osho Rajneesh

Dicono che persino un fiume prima di riversarsi nell’oceano, tremi di paura. Guarda all’indietro per tutto il suo percorso le cime, le montagne, la lunga strada sinuosa attraverso le foreste, attraverso le persone e vede davanti a sé, un oceano così vasto, che entrarci dentro, sarebbe come sparire per sempre. Però non c’è verso.

Il fiume non può tornare indietro.

Neanche tu puoi farlo.

Tornare indietro è impossibile nell’esistenza; puoi solo andare avanti. Il fiume deve rischiare ed entrare nell’oceano. E soltanto quando entra nell’oceano, la sua paura sparisce perché solo allora, il fiume capisce che non si tratta di  sparire nell’oceano, ma di diventare oceano. Da un lato c’è la sparizione e dall’altro c’è la rinascita.

Quindi non preoccuparti. Le cose stanno accadendo perfettamente anche per te.
– Osho Rajneesh –
da: “Rising in Love…”,Diamond Pocket Books

L’uomo finge continuamente di essere quello che non è.. E’ un modo per nascondere se stesso. 

Chi è brutto cerca di sembrare bello..
Chi è preda di angosce cerca di sembrare felice..

Chi non sa niente cerca di dimostrare di sapere tutto..

E le cose vanno avanti in questo modo.

Se non diventi consapevole dei tre idioti che sono in te non diventerai mai un saggio. 

È superando i tre idioti che si diventa realmente saggi !!

-Osho-

Essere autentici vuol dire essere fedeli a se stessi.
È un fenomeno molto pericoloso; solo rari individui ci riescono. Ma, se ci riescono, si realizzano. Arrivano a una bellezza, a una grazia e soddisfazione che tu non puoi nemmeno immaginare.

Se tutti hanno un’aria frustrata è perché nessuno ha dato ascolto alla sua voce interiore. Ascolta sempre la tua voce interiore e nient’altro. Sarai circondato da mille tentazioni, perché ci sono tante persone che vogliono vendere le loro merci.

Il mondo è un supermercato, e tutti vogliono vendere le loro cose; sono tutti dei venditori. Ma se dai ascolto a tutti questi venditori diventerai matto. 

Non ascoltare nessuno; chiudi gli occhi e ascolta la tua voce interiore. 

Questo è proprio il senso della meditazione: ascoltare la voce interiore. 

– Osho –

“Io insegno la disobbedienza. L’obbedienza non ha bisogno di intelligenza, non ci vuole coraggio per obbedire. Per disobbedire sì, perchè in questo caso camminerai da solo. Ma solo stando in piedi sulle tue gambe arriverai a conoscere chi sei.”

– Osho – 


Buona giornata a tutti. 🙂

www.leggoerifletto.it

Aforisma del giorno

Non c’è strada per la pace sulla strada della sicurezza.

Dietrich Bonhoeffer

www.romena.it

LA CHIAVE DELLA FELICITà NON ESISTE,LA BUONA NOTIZIA E’ CHE LA PORTA NON E’ CHIUSA! 🙂 Gioia

Gianmaria Testa, DENTRO LA TASCA DI UN QUALUNQUE MATTINO LiVE

3 thoughts on “Le rughe dei miei occhi sono raggi di sole. Le rughe sulle mie guance sono onde del mare. Le rughe della mia fronte sono onde di sabbia…


  1. Come le onde del mare – Gianmaria Testa

    Ma certe nostre sere hanno un colore che non sapresti dire, sospese fra l’azzurro e l’amaranto e vibrano di un ritmo lento, lento…
    e noi che le stiamo ad aspettare, noi le sappiamo prigioniere come le onde del mare, come le stelle del mare…

    si muovono e c’incantano le ore di certe nostre sere e sanno di partenza e di tramonto
    e di sorvolare lento, lento…
    ma noi che le sappiamo prigioniere, non le possiamo liberare come le onde dal mare, come le stelle dal mare


  2. Gianmaria Testa a Romena
    L’inizio del concerto di Gianmaria testa alla Pieve di Romena il 21 settembre 2011 nell’ambito dell’incontro “Una fede nuda”. Il concerto viene introdotto dalla presentazione di don Luigi Verdi, responsabile della Fraternità di Romena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...