Quando la gratitudine strarìpa dal cuore che ne è colmo, e respira in un elogio libero e puro, il paradiso prende questo riconoscimento come incenso profumato, e raddoppia tutte le sue benedizioni.

C’è da dipanare la nebbiolina mattutina, c’è da inventarsi subito, al primo risveglio dell’anno, un modo per sciogliere la foschia della mente e iniziare leggeri.

Un tale George Lillo, drammaturgo dei primi del 1700, esperto in gratitudine scriveva: “Quando la gratitudine strarìpa dal cuore che ne è colmo, e respira in un elogio libero e puro, il paradiso prende questo riconoscimento come incenso profumato, e raddoppia tutte le sue benedizioni.

Rileggiamo insieme ognuna di queste parole, e mentre prendono casa in noi, annusiamo il profumo d’incenso e gustiamone la dolcezza infinita.

Oggi è giorno di benedizioni, e allora impariamo anche noi a benedire e ad esser grati prima che le cose accadano. Se ciò che espandiamo nel mondo in qualche modo ci torna, se oggi sarai grato per ciò che credi, partendo dalle piccole cose, che potrebbe succedere in questo nuovo anno?

Possa la via crescere con te, possa il vento essere alle tue spalle,

possa il sole scaldare il tuo viso, possa Dio tenerti nel palmo della Sua mano.

Prendetevi tempo per amare, perché questo è il privilegio che Dio vi dà.

Prendetevi tempo per essere amabili, perché questo è il cammino della felicità.

Prendetevi tempo per ridere, perché il sorriso è la musica dell’anima.

Prendetevi tempo per amare con tenerezza, perché la vita è troppo corta per essere egoisti.

fra Giorgio Bonati

“Se sai come assegnare il posto giusto nella tua vita anche al gelo del giorno, non resterai a lungo nel disincanto. Perché sai che anch’esso fa parte della vita.”

Etty Hillesum

Don Luigi Verdi

La preghiera di Gigi

O Dio, ti sei fatto carne per dirci che lo scopo della vita non è strisciare a terra, ma è stare in piedi.

Ti sei fatto carne come pane dal cielo, come vino dall’acqua, come vita dalla morte.

Ti sei fatto carne dentro la vita, dentro le lacrime, dentro il sudore, dentro la solitudine, per rendere eterno ogni nostro respiro.

Amen

2 thoughts on “Quando la gratitudine strarìpa dal cuore che ne è colmo, e respira in un elogio libero e puro, il paradiso prende questo riconoscimento come incenso profumato, e raddoppia tutte le sue benedizioni.

  1. Pingback: Quando la gratitudine strarìpa dal cuore che ne è colmo, e respira in un elogio libero e puro, il paradiso prende questo riconoscimento come incenso profumato, e raddoppia tutte le sue benedizioni. – giro blogando nel Web…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...