LODI… del mattino

INNO

Al sorger della luce,
ascolta, o Padre santo,
la preghiera degli umili.

Dona un linguaggio mite,
che non conosca i frèmiti
dell’orgoglio e dell’ira.

Donaci occhi limpidi,
che vincano le torbide
suggestioni del male.

Donaci un cuore puro,
fedele nel servizio,
ardente nella lode.

A te sia gloria, o Padre,
al Figlio e al Santo Spirito
nel secoli dei secoli. Amen.

ilnestrosesansespine.blogspot.com/2015/09/a-te-dico-alzati

A te dico alzati!“ (Mc 5,41)

#########Alzati##########

“Alzati tu che stai

Nelle fenditure della roccia

Nei nascondigli dei dirupi

Mostrami il tuo viso

Fammi sentire la tua voce”

http://www.romena.it/rubriche/lode-del-mattino-e-della-sera

“Vivere è l’infinita pazienza di ricominciare. E quando sbagli strada, ripartire da capo. E la dove ti eri seduto, rialzarti. Salpare ad ogni alba verso isole intatte.

Ma non per giorni che siano fotocopia di altri giorni, bensì per giorni risorti, passati al crogiolo di amore, festa e dolore che è la vita, e restituiti un po’ più puri e più leggeri. E poi utilizzare gli ostacoli per aprire le finestre dell’intelligenza.

Le parole più caratteristiche della mia fede cominciano tutte con un prefisso: “ri”, due sole lettere per dire “da capo”, “ancora”, “di nuovo”, “un’altra volta”. Sono le parole rinascita, riconciliazione, risurrezione, rimettere il debito, rinnovamento, la stessa parola religione e redenzione.

E’ quella piccola sillaba “ri” che dice: “non ti devi arrendere, c’è un sogno di cui non ti è concesso stancarti”.

Ermes Ronchi

NON UN CROCIFISSO MA IL VUOTO, IL RISORTO, L’INFINITO. UNICA EREDITÀ: L’ORO NELLE FERITE

Un nuovo giorno di vita ci è offerto,

possiamo seguirti. Signore, dove oggi sarai.

Nei sogni di pace, nel cuore degli uomini,

nelle forme di bellezza, nei cuori assetati di Te.

Nella dimora segreta del cuore,

nella voce intima che indica la via.

Negli alberi, nel vento, nell’acqua perenne,

nella terra, nella luce, nella roccia inflessibile.

Nella luce del giorno, nella vita ardente,

nel lavoro intenso, nella calma delle soste.

Nell’incontro dell’amico, nelle domande di amore,

nei cuori che si spogliano di sé.

In questa casa che è tua, apri i nostri occhi

alla bellezza, le nostre orecchie alla sapienza.

Aiutaci ad essere uomini di pace, o Signore.

Se in noi non è pace, non daremo pace,

se in noi non è ordine, non creeremo ordine.

Aiutaci a scoprire la terra che hai affidato

alla nostra fatica,

aiutaci ad amarla ed a porvi ordine.

 Rendici attenti, o Signore,

agli incontri…

View original post 444 altre parole

One thought on “LODI… del mattino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...