Spennare l’oca

L’arte della tassazione consiste nello spennare l’oca in modo da ottenere il maggior numero possibile di piume col minor numero possibile di strilli.

Jean-Baptiste Colbert

L’argomento di oggi

SPENNARE L’OCA

     La riflessione di oggi

Gianfranco Ravasi

Sprezzante e arrogante per temperamento, così illustrava la politica fiscale Jean-Baptiste Colbert (1619-83), a capo dell’amministrazione statale col Re Sole, Luigi XlV. È ovvio che l’imposizione delle tasse sia un’operazione irritante sia per i politici sia per i cittadini, anche se per ragioni diverse. Vorremmo, però, con senso civico, fare due considerazioni. Bisogna essere severi contro i furbi – gli italiani in questo senso sono purtroppo maestri -, cultori dell’evasione e dell’elusione fiscale. È necessario ricordare che si tratta di un atto immorale oltre che asociale. Non dimentichiamo che Cristo non solo paga la tassa al tempio (Matteo 17,24-27), ma formula anche quel famoso principio del «dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio» (Matteo 22,21). E tra i suoi discepoli sceglie pure un funzionario delle imposte, Levi-Matteo.

Inoltre bisognerebbe leggere e meditare il paragrafo della Lettera ai Romani (13,1-7) in cui Paolo insiste sulla questione fiscale come dovere morale del cristiano. Eppure si trattava dell’erario imperiale di Nerone. «Per questo dovete pagare i tributi: coloro che si dedicano a questo ufficio sono funzionari di Dio. Rendete, dunque, a ciascuno il dovuto: a chi il tributo, il tributo; a chi le tasse, le tasse». Detto questo con fermezza, si devono però subito condannare quei gestori della cosa pubblica che sprecano risorse, se le accaparrano, le gestiscono in modo inetto, si lasciano corrompere, creando un altro malcostume italiano (anche se non esclusivo). È, dunque, necessario il ritorno a un’etica politica e sociale, oltre che alla consapevolezza del cristiano che l’evasione fiscale è un peccato e non un’astuzia.

(Testo tratto da: G. Ravasi, Breviario laico, Mondadori)

Da: www.ekklesiaweb.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...