Nadia Murad

premio Nobel per la Pace

Dalla schiavitù sessuale al Nobel per la pace. Nadia Murad, la “fenice guerriera” che combatte l’ISI

“Nadia Murad è stata vittima di crimini di guerra. Ha rifiutato di accettare i codici sociali che impongono alle donne di rimanere in silenzio e di vergognarsi degli abusi a cui sono state sottoposte. Ha mostrato un coraggio non comune nel raccontare le sue stesse sofferenze e a parlare a nome di altre vittime e all’età di soli 23 anni, è stata nominata prima Ambasciatrice di buona volontà delle Nazioni Unite per la dignità dei sopravvissuti alla tratta di esseri umani” spiegano dal comitato del premio Nobel , concludendo: “Entrambi i vincitori hanno messo a rischio la loro sicurezza personale combattendo coraggiosamente i crimini di guerra e cercando giustizia per le vittime. Hanno quindi promosso la fraternità delle nazioni attraverso l’applicazione dei principi del diritto internazionale”

L’attivista yazida Nadia Murad ha vinto il premio Nobel per la Pace 2018 insieme al medico e attivista congolese Denis Mukwege. Entrambi sono stati  insigniti per il loro impegno contro l’uso della violenza sessuale come arma di guerra. Quella che segue è un’intervista di Nadia Murad concessa a «Vanity Fair» nel maggio 2016.

>>> www.vanityfair.it

One thought on “Nadia Murad

  1. Se vuoi sul mio sito ho fatto un articolo sulla religione yazidi collegandomi alla storia della Murad, magari ti può piacere 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...