“Non temete: vi annuncio una grande gioia che sarà di tutto il popolo”

🌲❄️🌲❄️Buon ❄️Natale ❄️🌲

Auguri a tutti!

Con il presepe di Romena

LA BELLISSIMA OMELIA DI GIGI DELLA NOTTE DI NATALE

Benvenuto Gesù! Benvenuto a dirci che in questo mondo di gente che ti butta fuori come gli albergatori hanno fatto con te, di strutture di corruzione, di potere, di normalizzazione dei furbi e disonesti, dei violenti, a un certo punto la storia può girare all’incontrario: Dio verso l’uomo; il grande verso il piccolo, dai palazzi verso la stalla, i Re Magi verso un bambino.

Benvenuto Gesù, a dirci che ogni tanto dovremmo tutto spegnere, perché rivivano le stelle e ci indichino la strada, che abbiamo bisogno di nuove visioni, di nuovi ideali, abbiamo bisogno di sogni che mettono le ali al futuro, abbiamo bisogno di percorrere strade che nessuno ancora ha percorso, di pensare idee che nessuno ha ancora pensato. Benvenuto Gesù, sei venuto a Betlemme: la casa del pane. Così è il nome di Betlemme: un pane per la solitudine degli stranieri, un pane per la stanchezza dei malati, un pane per gli anziani che hanno paura della fine della loro vita, dei giovani che hanno paura del futuro. Benvenuto Gesù, a dirci che oltre l’attrazione terrestre, esiste l’attrazione celeste. Come sale la nostra voglia di gioia, come salgono gli uccelli nel loro debole rotolare per inseguire le silenziose visioni dell’alba, come salgono le maree, come salgono le nostre preghiere, come salgono le serenate, come sale l’albero verso il cielo. A spingere la nostra ricerca c’è una cosa: la bellezza, lo stupore. È questo che attrae la terra al cielo e il cielo alla terra.

Benvenuto Gesù, a dirci che l’imprevisto ci sorprende, che è l’imprevisto a muovere il mondo, l’imprevisto di una cometa che apre la strada nel buio, l’imprevisto di fuochi accesi di pastori, l’imprevisto della nascita di un bambino selvaggiamente libero, come un istinto sano su una natura nuda, in uno spazio grande come i suoi sogni, l’imprevisto di un vento che spinge semi d’amore a giro. Benvenuto Gesù, a dirci che se vuoi capire la vita vera, devi inginocchiarti e guardarla da vicino, che chi non si inchina mai a niente, non saprà reggere il peso di se stesso e se guardi da vicino ti accorgi che malgrado tutti gli strati di cenere che la tua vita ha accumulato, il tuo cuore può ancora vibrare.

Benvenuto Gesù, a dirci che non sono necessarie le parole per dimostrare l’amore vero, che sentirci amati è una delle sensazioni più belle che possiamo sperimentare, che i gesti d’amore ribaltano situazioni bloccate, strappano sorrisi, disarmano, che un abbraccio è capace di guarire le ferite, che un sorriso dice la cosa più importante a chi ti sta accanto: “Io sono qui!”, che un regalo improvviso, una carezza delicata, uno sguardo con gli occhi lucidi, qualcuno che ti tiene la mano, ti fa capire la cosa più preziosa: che non sei solo!

 

Giuseppe Ungaretti > NATALE

Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade

Ho tanta
stanchezza
sulle spalle

Lasciatemi così
come una
cosa
posata
in un
angolo
e dimenticata

Qui
non si sente
altro
che il caldo buono

Sto
con le quattro
capriole
di fumo
del focolare

 

One thought on ““Non temete: vi annuncio una grande gioia che sarà di tutto il popolo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...