Non è come pensate. È come sentite

Che gran paternità quella degli alberi, che sanno dare a ciascuno dei loro rami un cammino verso la luce, scrive Lorenzo Oliván.

Ascolterai di alberi oggi alla messa, parole semplici e preziose che chiedono di esser vissute, di portar frutto.

L’albero ci insegna soprattutto una cosa: il senso della vita è dare, essere fecondi, creativi, è trarre fuori dal buon tesoro del cuore il bene. Tutti abbiamo un tesoro buono custodito in vasi d’argilla, fragili, ma ricordiamolo sempre: “Un uomo vale quanto vale il suo cuore”.

E allora fermati e guardalo un albero oggi, ascolta le sagge parole che saprà donarti. E se poi uno di loro ti farà l’occhiolino, abbraccialo. Sentirai la forza che saprà donarti.

“Gli alberi non vogliono il loro nome scritto nel cielo

non vogliono cantare poesie d’amore

non amano illuminarsi nelle notti buie

non trattengono per se i frutti e neppure le foglie.

Si fanno accarezzare dal vento

riscaldare dal sole

dissetare dalla pioggia

vestire dalla primavera

vivono guardandosi intorno in silenzio

e in questo silenzio è il loro gran parlare…

agli uomini

alla terra

di uguaglianza

di pace e non di guerra.”

Fra Giorgio sarà a Montà Pd

Ti insegnerò a volare”

https://youtu.be/5wGUtju46LM

Lo chiederemo agli alberi
Come restare immobili
Fra temporali e fulmini
Invincibili
Risponderanno gli alberi
Che le radici sono qui
E i loro rami danzano
All’unisono verso un cielo blu
Se d’autunno le foglie cadono
E d’inverno i germogli gelano
Come sempre, la primavera arriverà
Se un dolore ti sembra inutile
E non riesci a fermar le lacrime
Già domani un bacio di sole le asciugherà
Lo chiederò alle allodole
Come restare umile
Se la ricchezza è vivere
Con due briciole
Forse poco più
Rispondono le allodole
“Noi siamo nate libere”
Cantando in pace ed armonia
Questa melodia
Per gioire di questo incanto
Senza desiderare tanto
Solo quello, quello che abbiamo
Ci basterà
Ed accorgersi in un momento
Di essere parte dell’immenso
Di un disegno molto più grande
Della realtà
Lo chiederemo agli alberi
Lo chiederemo agli alberi
Compositori: Simone Cristicchi

2 thoughts on “Non è come pensate. È come sentite

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...