Non lasciare tracce che il vento non possa cancellare, non adagiarti sui passi compiuti, non lasciarti trattenere, divaga per altri sentieri, rimettiti in cammino per cercare ancora

Mi sono alzato presto e sono partito. Ora la meta è raggiunta e dinnanzi a me lo spettacolo più bello del mondo: la baia del silenzio a Sestri Levante.

Anche nel vangelo oggi sono tutti in movimento, quasi volessero ricordarmi quanto sia necessario stare in cammino, avere ali ai piedi: Gesù che parte dalla Samaria e giunge in Galilea, poi di nuovo a Cana, dalla Galilea alla Giudea; il funzionario che è venuto da Cafarnao a Cana e chiede a Gesù di scendere a Cafarnao per guarire suo figlio, Gesù che lo invita a tornare a casa e lui che, fidandosi, si mette in cammino e incontra i servi che gli vanno incontro dicendogli che suo figlio vive…quanta strada, quanta polvere sotto i piedi, quanta stanchezza mescolata a fiducia in questo camminare nella vita.

Nella Bibbia il verbo “camminare” è il più usato di tutti: che allora ‘stare in cammino’ sia la cosa più importante della vita?

Non lasciare tracce che il vento non possa cancellare, non adagiarti sui passi compiuti, non lasciarti trattenere, divaga per altri sentieri, rimettiti in cammino per cercare ancora” invita Bruce Chatwin.

E allora penso che i nostri piedi, così lontani dalla testa e dunque così spesso dimenticati, avrebbero bisogno di qualche coccola in più. Poi incontro le parole del mio Tonino Bello che dice: “Il pellegrinaggio più faticoso è quello che porta l’uomo dalla periferia al centro del proprio cuore. Il più lungo è quello che conduce alla casa di fronte. Il più serio è quello che porta all’incontro con Dio”, e mi rendo conto che la meta è partire, sempre, comunque.

La primavera che ormai abbraccia il mondo con i suoi colori invita a spalancare le braccia e a correre incontro felici al giorno che inizia, alla vita donata…gratis!

Godrò di questa bellezza e camminerò in riva al mare…per trovare il cuore della vita.

Fra Giorgio

Ecco come realmente si è presentata a me la baia oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...