gratitudine è la cosa più vicina al Cielo che si possa trovare in Terra

Un mese volge al termine portando con se giorni capaci di togliere fiato alla vita. Un tempo intenso, ricco di abbracci e lacrime, giorni buoni nella mia Romena e semplici nel mio convento, giornate amabili al mare e ai monti… e non mi resta che trovare in fondo al cuore la parola più preziosa.

Alan Cohen scrive che la “gratitudine è la cosa più vicina al Cielo che si possa trovare in Terra” che è come dire che ogni volta che fai salire in alto un semplice grazie cielo e terra si toccano, Dio e l’uomo si abbracciano.

Ecco perché non può mai mancare un grazie, perché è il modo più sicuro per portare il cielo un po’ più vicino alla terra.

Ho bisogno di respirare cielo, di toccare le nuvole per alleggerire il cuore, di lasciar che gli occhi si perdano nell’infinito…e di imparare sempre meglio a dire grazie.

E allora provo a dire grazie, oggi ognuno possa dire il suo grazie per qualcosa assaporato in questo mese.

Inizio io: grazie per il venticello leggero che mi sta sfiorando il volto e mi fa socchiudere gli occhi, mi racconta che a volte basta poco per sentirsi accarezzare dalla grazia.

Fra Giorgio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...