Le nostre ferite sono spesso le aperture nella parte migliore e più bella di noi.

Durante il terzo corso Wolfgang ha suggerito tre simboli da mettere nella bisaccia e da farsi bastare per poter camminare nella propria vita: il senso di appartenenza alla famiglia umana, un luce come direzione e speranza, e un pezzo di pane.

girobloggando.com/2019/09/28/invisibile-agli-occhi/

Non un crocifisso ma il vuoto,

il risorto, l’infinito.

Unica eredità:

l’oro nelle ferite.

Gigi Verdi

L’Oro nelle ferite

Le nostre ferite sono spesso le aperture nella parte migliore e più bella di noi.
David Richo

Le ferite. Questo modo che hanno alcune di esse di farsi vento e aprire le tende su un mondo nuovo.
Fabrizio Caramagna

Quando i giapponesi riparano un oggetto rotto, valorizzano la crepa riempiendo la spaccatura con dell’oro. Essi credono che quando qualcosa ha subito una ferita ed ha una storia, diventa più bello.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Kintsugi

non c'è rosa senza spine By GiuMa

#BuongiornoRomena con le parole di David Richo:

Le nostre ferite sono spesso le aperture nella parte migliore e più bella di noi

#buongiornoromena

Durante il terzo corso Wolfgang ha suggerito tre simboli da mettere nella bisaccia e da farsi bastare per poter camminare nella propria vita: il senso di appartenenza alla famiglia umana, un luce come direzione e speranza, e un pezzo di pane.

Wolfgang Fasser

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...