“Dio è in cielo e tu sei sulla terra; siano poche le tue parole”

don Gigi “ESSERCI”

Dicembre mese per voltare pagina, fuori da ogni certezza verso la fragile grotta,

svegliarsi dal sonno ora che il mondo comincia a chiamare.

L’inverno spesso cade verticale sul tremore dei germogli di Speranza e sembra che niente cambi di una vita se non distinguere la brezza che lo sveglia.

Come Giovanni Battista proviamo ad essere voce libera, granello di sabbia dentro il meccanismo di questa storia costruita male da noi.

Come Giovanni Battista cerchiamo di essere Uomini  e Donne libere mai succubi o cortigiani del potere.

Essere una voce che dice con la vita

Come Giovanni Battista,  il miele del suo vivere consegnava pezzi di pane

la gioia come il dolore traghettavano  insieme per lui non c’era il dopo

ma solo ora e una sola direzione.

O Dio vieni a smuovere tutta la solitudine di questa nostra vita,

a stringere il fiato   nelle radici d’inverno quando   la tua Nascita ci ricorda che il Tuo

Amore di noi non e’ ancora stanco.

 

… L’amore fattelo bastare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...