Disciplina

www.youtube.com/watch

E’ tempo di vendemmiare, e Gesù ci invita nella sua grande vigna.

Va in strada presto, all’alba, per assumere gli operai: ne prende quanti ne serve e pattuisce un denaro: la paga giusta di un giorno di lavoro.

Alle nove ritorna in piazza, ma non per cercare operai, ne ha già abbastanza, ma vedendone alcuni ‘senza lavoro’, manda anch’essi nella vigna. Esce di nuovo a mezzogiorno, alle tre, alle cinque, un’ora prima della fine del lavoro: tutti quelli che vede senza lavoro li invita a lavorare.

A me questo ‘padrone’ sembra più un cercatore di uomini che di lavoratori. Possiamo esser certi allora che Dio ci cerca, sempre! A qualunque ora della vita, della giornata, Lui arriva, quando meno te lo aspetti e ti offre di stare con Lui.

Due ricchi mercanti decisero un giorno di mettersi alla ricerca della cosa più preziosa del mondo.

Si sarebbero ritrovati quando l’avessero scoperta. Il primo non ebbe dubbi e partì alla ricerca di una gemma. Attraversò mari e deserti, salì montagne visitò città, sinché non l’ebbe trovata. Era la più splendida gemma che avesse mai rifulso sotto il sole. Tornò ed attese l’amico.

Molti anni passarono prima che questi arrivasse. Era infatti partito alla ricerca di Dio. Aveva consultato i più celebri maestri, di tutte le contrade ma non aveva trovato Dio. Aveva studiato e letto ma senza trovare Dio. Aveva rinunciato a tutto ma Dio non lo aveva trovato.

Un giorno, mentre dopo tanto cercare stava seduto sulle rive di un fiume, vide un’anatra che in mezzo ai canneti cercava i piccoli che s’erano allontanati da lei. I piccoli erano numerosi e birichini, e sino al calar del sole l’anatra cercò, finché non ebbe ricondotto sotto la sua ala l’ultimo dei suoi nati. Allora l’uomo sorrise e fece ritorno al paese.

Quando l’amico lo vide, gli mostrò la sua gemma e poi trepidante gli chiese: “E tu che cosa hai trovato di prezioso? Qualcosa di magnifico, se hai impiegato tanti anni. Lo vedo dal tuo sorriso!”

“Ho cercato Dio” rispose l’altro.

“E lo hai trovato?” Chiese l’amico sorpreso.

“Ho scoperto che era Lui che cercava me”.

Acconsenti a farti trovare, poi, insieme, tutto sarà nuovo!

Giorgio Bonati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...