il giardino della Resurrezione e la Sala del Mandorlo

30 anni Accanto senza far rumore: il giardino della Resurrezione e la Sala del Mandorlo


Fraternità di Romena

Rami di mandorlo per fare luce innanzi al buio nei due spazi pensati per le famiglie del gruppo Naìn, famiglie attraversate e segnate dalla morte di un figlio. Il mandorlo è il primo albero a fiorire e l’ultimo a dare i frutti come se dicesse: “prima di rivedere tuo figlio comincia a fiorire, invece di tenerlo in quella tomba porta la vita avanti anche per lui”.

#buongiornoromena
La gioia
attraversa i giorni tristi
che si rincorrono
Felice solo di quella tenera pace
che ogni alba le porta.
La gioia
tesoro nascosto
in ogni voce spezzata,
in ogni lacrima raccolta,
in ogni timida carezza.
La gioia
di quando sei te stesso,
di quando il silenzio
risveglia ciò che dorme
e in pace ti addormenti.
La gioia
quella luce negli occhi
che nasce nei gesti familiari
quando la bellezza e l’armonia
sognando l’eternità.

Luigi Verdi

2 thoughts on “il giardino della Resurrezione e la Sala del Mandorlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...