Perché anche nella notte più oscura c’è sempre una stella: io guardo quella.

#unnuovogiorno
Un nuovo giorno – Wolfgang Fasser e la parola “guardare”

WOLFGANG FASSER E LA PAROLA GUARDARE “Non c’è motivo di non guardare se non vedo”. Una breve, illuminante riflessione di Wolfgang Fasser, collaboratore storico della Fraternità di Romena, sulla parola guardare, cioè su una delle prime azioni che compiamo in ogni “nuovo giorno”. Da non vedente, Wolfgang continua a guardare le persone e la vita: “Perchè anche nella notte più scura c’è sempre una stella: io guardo quella”. #unnuovogiorno

GUARDARE

MATT CARDYGETTY IMAGES

Mi piace pensare che la luna è lì, anche se io non guardo. Albert Einstein

#forza-lio

One thought on “Perché anche nella notte più oscura c’è sempre una stella: io guardo quella.

Rispondi a giuma56 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...