Domenica 9 Maggio 2021 Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici.

http://www.romena.it
Foto di Eric Ziegler

DALLA MESSA DI ROMENA
del 9 maggio 2021

Il nostro amore quotidiano, e oggi si parla d’amore nel Vangelo, il nostro amore quotidiano, deve essere un amore sincero, vero, concreto, perché l’amore è concreto.
Si ama un volto, si amano degli occhi, si ama un corpo; ci siamo innamorati dei gesti, delle persone.
C’è il bellissimo Cantico dei Cantici che dice:
“Quanto sono belli i tuoi piedi nei sandali, principessa” e ognuno di noi si è innamorato dei gesti, non delle parole.
E allora la casa che ci accoglie al rientro, diventa spesso un posto in cui ci sono molte fatiche e pochi sogni.
Gli affetti spesso, dentro le nostre case, si aggrovigliano: la sete dell’uno diventa ferita dell’altro. Il luogo che dovrebbe proteggermi, si trasforma spesso in un luogo di divisione. È dura stare insieme, è dura stare dentro una casa insieme, perché uno la pensa in un modo, l’altro un altro, uno ha un ritmo, l’altro un altro ritmo; e allora lasciamo un po’ di silenzio, perché ci vuole tanto, tanto amore, per stare insieme.
(Luigi Verdi)

Monastero San Magno

2 thoughts on “Domenica 9 Maggio 2021 Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici.


  1. Commento al vangelo del 9 maggio 2021

    Il Vangelo della VI domenica di Pasqua commentato da Paolo Curtaz.
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
    Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.
    Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...