Storie di strade e case DEVO FERMARMI A CASA TUA

“Amo le porte aperte, quelle che fanno entrare notti e tempeste, polline e spighe. Amo le porte aperte, reti squarciate, buchi nella pietra, nella seta, nella chiesa, che aprono su spazi da esplorare.
Amo le porte aperte dei testardi amanti, dei pericolosi visionari, di chi ha fatto voto di “vastità”, strade per tutti noi di un paradiso che è già qui. Amo le porte aperte di Dio”

Francesco Fiorillo

Storie di strade e case DEVO FERMARMI A CASA TUA Ermes Ronchi

— Leggi su ilgiornodelsignore.wordpress.com

https://youtu.be/-x4ZKZ6VQJs
sentinella quanto resta della notte?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...