Dai un’occhiata

Ci sono parole che sembrano perforare il silenzio di chi le legge.
Queste di sicuro a me fanno questo effetto, nella loro infinita grandezza. Sembrano un urlo gridato al cielo e credo che lo siano.
Ognuno di noi ha il suo urlo al cielo, ma pochi riescono a farlo intendere.

E la lettura di Luigi Maria Corsanico rende questi versi sublimi. Iscrivetevi al suo canale YouTube per non perdere nessuna delle sue interpretazioni. Lio

liosite.com/citazioni/

Cercavo te nelle stelle quando le interrogavo bambino…

>>> florentiadomus.tumblr.com

Cercavo te nelle stelle
Quando le interrogavo bambino.
Ho chiesto te alle montagne,
Ma non mi diedero che poche volte
Solitudine e breve pace.
Perché mancavi, nelle lunghe sere
Meditai la bestemmia insensata
Che il mondo era uno sbaglio di Dio,
Io uno sbaglio del mondo.

E quando, davanti alla morte,
Ho gridato di no da ogni fibra,
Che non avevo ancora finito,
Che troppo ancora dovevo fare,
Era perché mi stavi davanti,
Tu con me accanto, come oggi avviene,
Un uomo una donna sotto il sole.
Sono tornato perché c’eri tu.

11 febbraio 1946.

liosite.com/poesie/primo-levi-11-febbraio-1946/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...