Un assordante silenzio

Altavilla Vicentina VI – Italia

Domenica 29/03/20

V Domenica di quaresima
Don Rosino
UN ASSORDANTE SILENZIO

Il silenzio è assordante rotto dall’abbaiare di un cane o dal passaggio di qualche rarissima auto in autostrada .

Suonano le campane, ci chiamano per la messa domenicale …in streaming.

È un altro mondo.

Il vuoto delle strade ed i suoni
degli uccelli, il rumore del treno
e di qualche rara auto in autostrada

Qualcuno non imparerà … mai

INSIEME

PREGHIERA

testo di Ernesto Olivero

Tu ci sei.

Sono convinto che tu ci sei

accanto alle persone che muoiono sole,

sole, con a volte incollato

sul vetro della rianimazione

il disegno di un nipote,

un cuore, un bacetto, un saluto.

Tu ci sei, vicino a ognuno di loro,

tu ci sei, dalla loro parte mentre lottano,

tu ci sei e raccogli l’ultimo respiro,

la resa d’amore a te.

Tu ci sei, muori con loro per portarli lassù

dove con loro sarai in eterno, per sempre.

Tu ci sei,

amico di ogni amico che muore

a Bergamo, in Lombardia, in ogni parte

del nostro tormentato paese.

Tu ci sei e sei tu che li consoli,

che li abbracci, che tieni loro la mano,

che trasformi in fiducia serena la loro paura.

Tu ci sei, perché non abbandoni nessuno,

tu che sei stato abbandonato da tutti.

Tu ci sei, perché la tua paura,

la tua sofferenza, l’ingiustizia della tua morte,

ha pagato per ciascuno di noi.

Tu ci sei e sei il respiro

di quanti in questi giorni

non hanno più respiro.

Tu ci sei, sei lì, per farli respirare

per sempre.

Sembra una speranza,

ma è di più di una speranza:

è la certezza del tuo amore

senza limiti.

Nessuno si salva da solo

Papa Francesco

giro bloggando ...

Perché avete paura?
Non avete ancora fede?

INSIEME

Un giorno, nella foresta, scoppiò un grande incendio.
Tutti gli animali, di fronte all’avanzare delle fiamme, scappavano terrorizzati, mentre il fuoco distruggeva ogni cosa.
Leoni, zebre, elefanti, rinoceronti, gazzelle e molti altri animali cercavano rifugio nelle acque del grande fiume, ma ormai l’incendio stava arrivando anche lì.
Mentre tutti discutevano animatamente sul da farsi, un piccolissimo colibrì si tuffò nelle acque del fiume. Dopo aver preso nel becco una goccia d’acqua, la lasciò cadere sopra la foresta invasa dal fumo.
Il fuoco non se ne accorse neppure e proseguì la sua corsa sospinto dal vento.
Il colibrì, però, non si perse d’animo e continuò a tuffarsi per raccogliere ogni volta una piccola goccia d’acqua che lasciava cadere sulle fiamme.
Ad un certo punto il leone lo chiamò e gli chiese: “Cosa stai facendo?”
L’uccellino gli rispose: “Cerco di spegnere…

View original post 231 altre parole

Insegnaci ha contare i nostri giorni e acquisteremo un cuore saggio.

Nel contagio pag. 62
Paolo Giordano
Nel contagio

“Non ho paura di ammalarmi. Di cosa allora? Di tutto quello che il contagio può cambiare. Di scoprire che l’impalcatura della civiltà che conosco è un castello di carte. Ho paura dell’azzeramento, ma anche del suo contrario: che la paura passa invano, senza lasciarsi dietro un cambiamento”

Il diario di Paolo Giordano

www.illibraio.it/nel-contagio-paolo-giordano

INSIEME

www.medicisenzafrontiere.it/news-e-storie/news/coronavirus-aggiornamento-sullepidemia/

Papa Francesco si è fatto voce di noi tutti:


“siamo impauriti e smarriti
siamo stati sorpresi da una tempesta inaspettata e furiosa…
ci siamo resi conto di trovarci tutti
sulla stessa barca,
tutti chiamati a remare insieme,
tutti bisognosi di confortarci a vicenda…”

twitter.com/enzobianchi

INSIEME

Medici, infermieri e infermiere, addetti dei supermercati, addetti alle pulizie, badanti, trasportatori, forze dell’ordine, volontari, sacerdoti, religiose e tanti ma tanti altri che hanno compreso che nessuno si salva da solo”.

Da questo colonnato che abbraccia Roma e il mondo scenda su di voi, come un abbraccio consolante, la benedizione di Dio.

27 marzo ore 18, preghiera e indulgenza plenaria da piazza San Pietro

CON LA “pandemia” della PREGHIERA
Andrà tutto BENE

il blog di Costanza Miriano

A partire dalle ore 18.00 l’evento sarà trasmesso in diretta mondovisione da Vatican Media e potrà essere seguito in più lingue sulla Radio Vaticana e sulla  Home page di VaticanNews (cliccando qui), oppure sulla pagina Facebook (accedi da qui), e in diretta sul  canale youtube (clicca qui) sempre di VaticanNews.

(ANSA) – Il 27 marzo alle 18.00, Papa Francesco presiederà un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro, con la piazza vuota, come annunciato lo scorso 22 marzo al termine della preghiera dell’Angelus. “Il Pontefice – ricorda la sala stampa della Santa Sede – ha invitato tutti a partecipare spiritualmente, attraverso i mezzi di comunicazione, per ascoltare la Parola di Dio, elevare una supplica in questo tempo di prova e adorare il Santissimo Sacramento. Al termine della Celebrazione il Santo Padre impartirà la Benedizione ‘Urbi et Orbi’, a cui sarà annessa…

View original post 252 altre parole

Prezioso


Gianmaria Testa – Dentro la tasca di un qualunque mattino (Live)

Dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti porterei
nel fazzoletto di cotone e profumo
nel fazzoletto ti nasconderei
dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti nasconderei
e con la mano, che non vede nessuno,
e con la mano ti accarezzerei

salirà il sole del mezzogiorno
passerà alto sopra di noi
fino alla tasca del pomeriggio
ti porto ancora
se ancora mi vuoi

salirà il sole del mezzogiorno
e passerà alto, molto sopra di noi,
fino alla tasca del pomeriggio
dall’altra tasca ti porto
se vuoi

dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti porterei
nel fazzoletto di cotone e profumo
nel fazzoletto ti nasconderei

dentro la tasca di un qualunque mattino
dentro la tasca ti nasconderei
e con la mano, che non vede nessuno,
e con la mano ti accarezzerei
e con la mano, che non vede nessuno,
con questa mano ti saluterei

giro bloggando ...


Gianmaria Testa – Romena

noncerosasenzaspine.com/2019/01/17/il-saluto-in-musica-di-gianmaria-testa/

💗💗💗💗💗

romenablog.wordpress.com

View original post