ABBRACCIARE

www.facebook.com
“Il padre di Mardocheo – il futuro celebre rabbi di Lechowitz – si lamentava della pigrizia del figlio nello studio. In città giunse un santo rabbino. Il padre gli condusse Mardocheo perché lo correggesse. Il rabbino, rimasto solo col ragazzo, lo strinse al cuore e se lo tenne a lungo affettuosamente vicino. Quando il padre ritornò, il rabbino gli disse: “Ho fatto a Mardocheo un po’ di morale; d’ora in poi la costanza non gli mancherà”. Quando ormai adulto e famoso, Mardocheo, raccontava questo episodio, diceva: “Ho imparato allora come si convertono gli uomini” … “Il mondo non è comprensibile, ma è abbracciabile”. “Ogni vita vera è incontro”. “L’essere umano è per essenza dialogo, e non si realizza senza comunicare con l’umanità, con la creazione che ci circonda e con il Creatore che è in ogni cosa”. Martin Buber
Se non sai cosa fare delle tue mani trasformale in carezze.

girobloggando.wordpress.com

“Ognuno di noi ha ricevuto un seme, che è unico, ed è quello che va coltivato per rimanere fedeli a se stessi, ma sempre nuovi”.

In questo piccolo spazio
vorrei che ogni uomo
si sentisse a casa sua e, libero da costrizioni
potesse raggiungere la conoscenza di se stesso
e incamminarsi nella sua strada forte e fiducioso.
Vorrei che fosse una sosta di pace e di riflessione
per ogni viandante che vi giunge,
un posto dove l’ideale diventa realtà
e dove la gioia è il frutto spontaneo.

Padre Giovanni Vannucci, OSM – Fondatore dell’Eremo eremosanpietroallestinche.wordpress.com

Un nuovo giorno – Laura Brachi: “Fedeltà a se stessi per essere liberi”

Ci sono parole che possono accompagnare, sostenere ed orientare il cammino umano e professionale di ognuno di noi. Parole che cambiano la vita e che ci aiutano a ritrovare la nostra autenticità. Laura Brachi, nipote di padre Giovanni Vannucci, ce ne ricorda alcune rifacendosi ai richiami dello zio, partendo dalla considerazione che “Ognuno di noi ha ricevuto un seme, che è unico, ed è quello che va coltivato per rimanere fedeli a se stessi, ma sempre nuovi”. Un estratto dal convegno “Nutrire la vita” del 2018, durante la presentazione del libro “Parole che cambiano la vita” di Giovanni Vannucci (edizioni Romena).

Eremo San Pietro alle Stinche

Un nuovo giorno: Laura Brachi nipote di Giovanni Vannucci

Seal,  Kiss from a rose

There used to be a graying tower alone on the sea

You became the light on the dark side of me

Love remained a drug that’s the high and not the pill

Seal,  Kiss from a rose

🌹🌹🌹🌹🌹🌹

But did you know that when it snows

My eyes become large and the light that you shine can be seen?

Baby, I compare you to a kiss from a rose on the gray

Ooh, the more I get of you, the stranger it feels, yeah

And now that your rose is in bloom

A light hits the gloom on the gray

ma-pi-ma.tumblr.com

Che sia Benedetta!

Ho sbagliato tante volte nella vita Chissà quante volte ancora sbaglierò In questa piccola parentesi infinita Quante volte ho chiesto scusa e quante no È una corsa che decide la sua meta Quanti ricordi che si lasciano per strada Quante volte ho rovesciato la clessidra Questo tempo non è sabbia ma è la vita che passa, che passa Che sia benedetta Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta E siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta Tenersela stretta Siamo eterno, siamo passi, siamo storie Siamo figli della nostra verità E se è vero che c’è un Dio e non ci abbandona Che sia fatta adesso la sua volontà In questo traffico di sguardi senza meta In quei sorrisi spenti per la strada Quante volte condanniamo questa vita Illudendoci d’averla già capita Non basta, non basta Che sia benedetta Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta E siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta A tenersela stretta A chi trova se stesso nel proprio coraggio A chi nasce ogni giorno e comincia il suo viaggio A chi lotta da sempre e sopporta il dolore Qui nessuno è diverso, nessuno è migliore A chi ha perso tutto e riparte da zero perché niente finisce quando vivi davvero A chi resta da solo abbracciato al silenzio A chi dona l’amore che ha dentro Che sia benedetta Per quanto assurda e complessa ci sembri, la vita è perfetta Per quanto sembri incoerente e testarda, se cadi ti aspetta E siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta A tenersela stretta Che sia benedetta #lepochecosechecontano

Amara “Che sia benedetta”

Amara è il nome d’arte di Erika Mineo, artista dalla voce graffiante e dalle straordinarie qualità anche come autrice. Ha partecipato 2 volte al Festival di Sanremo e per Fiorella Mannoia ha scritto la bellissima “Che sia benedetta”

Vincenza63's Blog

Oggi da nonna

Amici miei,

questo è il momento della giornata che amo di più e che mi tocca il cuore.

Io completamente disfatta. In attesa di essere preparata, seduta sul lettone come una bambola.

Anzi come una matrioska che ne contiene un’altra al suo interno. Un corpo apparentemente inutile, il mio, che però può contenere una MERAVIGLIA.

Ed ecco tra le mie gambe, con attorno le mie braccia e appoggiata sul mio cuore la mia nipotina BENEDETTA!

Un diamante grezzo, una GIOIA PURA, di quelle che nessuno può rubare perchè non mi appartiene pur avendo in sè una parte di me.

Sono felice in questi attimi eterni. E ringrazio Dio e Maria per questo dono all’umanità, unico e irripetibile.

Col cuore pieno, sempre Vicky ❤ !

View original post

Trasformare la vita

Un nuovo giorno – Roberto Mancini e “l’immaginazione che trasforma la realtà”


Fraternità di Romena
Un’estratto dal convegno “Tornare ad immaginare” del 2018 apre oggi il nuovo giorno. Roberto Mancini, filosofo e scrittore, ci propone un percorso originale per liberarci da quella impotenza diffusa che ci fiacca e ci intristisce in questo tempo e per cominciare a ridare pienezza alla nostra vita. “L’immaginazione – afferma – è la nostra grande capacità di contatto, in grado di trasformare lo sguardo e il modo di essere presenti nella realtà. Perchè come la luce “genera” lo spazio, illuminandolo, così il pensiero ci può indicare vie nuove per trasformare la realtà”. Il suo intervento ha ispirato la pubblicazione Trasformare la vita, Ed. Romena: https://romenaccoglienza.it/catalogo/…

“voto di positività”

Fraternità di Romena

Un nuovo giorno – Dalla Fraternità: Tiziana Bonora
sorriso e cuore accogliente di Romena, ci lancia in questo nuovo giorno con lo stile della gratitudine e della pace profonda. Il suo è un invito a fare “voto di positività”, a non farci schiacciare, ingabbiare o appesantire da quelle parti di inferno che ci circondano e che ci inducono spesso nella paura e nell’angoscia.

Fraternità di Romena

Non ti affannare a seminare
Non ti affannare a seminare
noie e affanni nelle tue giornate
e in quelle degli altri,
non chiedere altro che una gioia solenne.
Non aspettarti niente da nessuno.
E se vuoi aspettarti qualcosa,
Aspettati l’immenso, l’inaudito

Franco Arminio

Il blog di Franco Arminio

Vietato lamentarsi Agisci per cambiare La tua vita è quella degli altri

“VIETATO LAMENTARSI” DI SALVO NOÈ

L’autore del cartello “Vietato lamentarsi”, che papa Francesco ha appeso sulla porta del suo studio, spiega come le lamentele siano delle sedie a dondolo: tengono impegnato, ma non portano da nessuna parte.

www.gruppoeditorialesanpaolo.it/area-stampa/2017/vietato-lamentarsi

Forza Mamma Forza Lio

liosite.com/passato-un-meseche-solitudine

Che follia scrivere un post in queste condizioni! Ci ho impiegato sei ore ed è venuto un macello!
Ma almeno per un po’ sono con voi💕❣️grazie per tutto !

liosite.com

Praticamente è passato un mese, sembrano anni. Cari amici, decisamente dura ma è inutile stare qui a parlare delle cose non buone che vanno comunque affrontate giorno dopo giorno, ci sono altre cose che mi piacerebbe condividere con voi, cose speciali, piccole cose speciali….

>>> liosite.com/passato-un-meseche-solitudine

Questo post è per stare vicino ad un’amica blogger Italo Canadese che si trova in 🐲chemioterapia da qualche settimana…
>>> forza-lio-

Mohter

Domenica 2 Maggio … POTARE

Preghiera
Alzati
è il grande atto d’amore
che Dio ti chiede.
Dona grazia e verità
al sogno inquieto della vita.
Guarda verso la luce
che è in viaggio a piedi nudi
e viene a stanarti.
Guarda a oriente
la luce arriva dolcemente
come un’attesa gentilezza.
Per trovarti devo avere
il coraggio di navigare oltre me
in questo squarcio
tra tenebra e luce
che sfugge al giorno
e sfugge alla notte.
Viene all’alba il vivente
ti chiede di essere testimone
del mondo che verrà
e di assorbire tutta
la luce che puoi
perché il domani
avrà i tuoi occhi.
Luigi Verdi

Ci sarà più vita o più morte dopo che sono passato io? Quanto la mia vita ha portato frutto? Questo conterà davvero.
Noi, come un tralcio legato alla vite che profuma e resiste, proviamo a tenere fra le mani solo quello che serve di più: la fiducia, perché la primavera ormai è qui!

LUIGI VERDI

Vedi anche la riflessione …

Monastero San Magno – Francesco Fiorillo
Scegli sempre con chi vuoi stare.
Scegli con cura le parole con cui litigare.
Scegli i gesti da compiere verso chi ami.
Scegli sempre cosa leggere e cosa vedere.
Scegli i luoghi da abitare e le canzoni da cantare.
Scegli i tuoi sogni, i tuoi silenzi e i tuoi passi.
Scegliere è il tuo superpotere. don Francesco
Potare…
Rimanere
… germoglierà.
Klimt

RESPIRA, E’ GRATIS

https://scuoladelvillaggio.wordpress.com/

“Amici del Villaggio” e Gabriele Gastaldello: gabrygast@gmail.com 

IL MANTRA DEL VILLAGGIO

1- Scambia saperi; scambia servizi: scambiando impari e

coltivi relazioni significative!

2- Contempla ciò che fai, in modo che l’esperienza diventi

utile a te e agli altri.

3- Consolida ciò che impari condividendolo: “fa una

      esperienzaanche per me, incontra una persona anche

      per me,un libro anche per me…”

4- Medita per educare il carattere alla consapevolezza e al

buon governo di te.

5- Coltiva reti umane: tesori che danno qualità alla vita.

6- Dove vivi costruisci centro: l’esterno della tua casa sia

l’interno del tuo villaggio.

7- Sii fedele alla piccola terra per essere amico del grande

mondo.

8- Il bene che fai è l’affitto per il posto che occupi sulla terra.

9- Apprezza ciò che c’è, metti armonia in ciò che vivi.

10- Fai fiorire gli incontri umani che la strada ogni giorno ti

regala.

>>>

Pubblicato da scuoladelvillaggio

Scuola del Villaggio…

View original post 153 altre parole

” Aspettare e ascoltare ed essere paziente; fare le cose di ogni giorno; diventare sempre più me stessa ed al tempo stesso un anello del tutto: e nessuna consumata imitazione…”

Foto dal web

“Se un individuo ha un centro, tutte le impressioni provenienti dall’esterno trovano in quel centro un punto fermo (devono fermarsi lì). Chi non ha centro ed è insicuro, a ogni nuova impressione perde l’equilibrio e diventa sempre più insicuro, mentre ogni nuova impressione rende sempre più stabile il centro del primo.
Chi riposa in se stesso non tiene conto del tempo. Una vera maturazione non può tener conto del tempo.”

(Lettere – Amsterdam, 25 gennaio 1942) Etty Hillesum

” Aspettare e ascoltare ed essere paziente; fare le cose di ogni giorno; diventare sempre più me stessa ed al tempo stesso un anello del tutto: e nessuna consumata imitazione…”

Etty Hillesum

http://www.romena.it

Perché anche nella notte più oscura c’è sempre una stella: io guardo quella.

#unnuovogiorno
Un nuovo giorno – Wolfgang Fasser e la parola “guardare”

WOLFGANG FASSER E LA PAROLA GUARDARE “Non c’è motivo di non guardare se non vedo”. Una breve, illuminante riflessione di Wolfgang Fasser, collaboratore storico della Fraternità di Romena, sulla parola guardare, cioè su una delle prime azioni che compiamo in ogni “nuovo giorno”. Da non vedente, Wolfgang continua a guardare le persone e la vita: “Perchè anche nella notte più scura c’è sempre una stella: io guardo quella”. #unnuovogiorno

GUARDARE

MATT CARDYGETTY IMAGES

Mi piace pensare che la luna è lì, anche se io non guardo. Albert Einstein

#forza-lio

#Forza-Lio 🎋

Questo post è per stare vicino ad un’amica blogger Italo Canadese che si trova in 🐲chemioterapia da qualche settimana…

opsss … questa sono io liosite.com/la-mente

Lio Saccocci originaria di Bergamo conoscita a Pasqua Attraverso i suoi social FB Twitter è sopratutto il suo fantastico sito Liosite

LIOSITE la tana

Un Salotto Per L’ Anima

Esempio 🌹POESIA…

David Maria Turoldo 
Per Il Mattino Di Pasqua 

Andrò in giro per le strade
zufolando, così,
fino a che gli altri dicano: è pazzo! […]

lioemozionando

LIO non è la sola Italo Canadese che conosco …

Ora che ci penso, conosco una Italo canadese ed è tanto tempo che non la cerco!!!

Questa poesia ed un faro mi hanno portato in Canada…

Nel 2015 credo !

Vedo arrivare sulle onde gelide
un nuovo sole che cerca il
suo risveglio mattinale.
La maree canta le sue solite litanie,
i rami finiscono il lor occulto
sbadi ed io mi sento vuota ed insignificante,
scrutando nel cielo le mite piogge
per lavarmi l’anima di quella
nebbia che ha preso posto nel
mio povero cuore. In nessuno
libro trovo risposte a tutte le
mie domande, anche le mie dite
vogliono sfogliare ed accarezzare
quelle lettere d’abbondanza passione
finite, un po come la follia dell’orologio
che canta le sue ore defunte..
.

nonna Rosey

Faro Lachine >>> Québec CANADA
Fonte: Ros
Sito: snowbird-northernstar.blogspot.it
Faro Lachine >>> Québec CANADA

#PREZIOSO: “Che tutto appassirà / a chi bestemmia le parole”

Immagine
Grazie Gianmaria per questo dono… PREZIOSO
Dentro la maschera di arlecchino
È arrivato extra-muros

GIANMARIA TESTA – Extra Muros

Dopo l’uscita del primo disco di Gianmaria Testa, Produzioni Fuorivia e Egea Music annunciano l’uscita di Extra Muros, il secondo album della carriera del cantautore cuneese scomparso nel 2016 e secondo appuntamento della pubblicazione dell’intera discografia in una versione rinnovata e raffinata nella grafica. Come per Montgolfières sono in tanti ad attendere la pubblicazione del vinile 180g e del cd che ripropongono un disco per molti anni introvabile in Italia e che contiene alcune delle canzoni più belle della produzione di Testa.

Il disco era uscito unicamente in formato cd prima in Francia e poi in Italia nel 1996, primo fra i dischi dedicati alla canzone della neonata Tôt ou Tard (Warner Music) proponendo la cifra creativa di un autore in bilico tra sonorità jazz, folk e canzone d’autore, capace di raccontare piccole storie d’amore che diventano universali, aprire al tema dei viaggi vissuti o sognati, raccontare di personaggi quasi leggendari a braccetto con gli incontri casuali che lasciano un segno altrettanto importante. Nel disco anche un pezzo per chitarra e voce, in dialetto, La Ca Sla Colina, proprio in quegli anni nei quali le lingue locali trovano la strada per parlare a tutti.

Richard Robert, giornalista e critico musicale di Les Inrockuptibles, scrive introducendo questa nuova edizione “Riascoltando le canzoni di Testa, si capisce quanto questa musica non cessi mai di seguire un identico filo. Un filo fragile e sottile che Gianmaria non ha più abbandonato da quel giorno di festa e d’infanzia in cui scoprì per la prima volta la forza evocativa del canto… Il timbro delicatamente roco della voce, l’accuratezza degli arrangiamenti, la finezza senza trucco delle melodie e il grande calore degli strumenti acustici fanno di Extra Muros un album di una verità evidente. O, per essere più precisi, di una verità di volta in volta mormorante, parlante, lampante. Nelle stazioni italiane la parola francese “correspondances” si traduce felicemente in coincidenze. Come altrettante coincidenze, le canzoni di Testa posseggono una virtù preziosa che potrebbe quasi sembrare fortuita, talmente è leggera e senza ostentazione: ristabiliscono delle corrispondenze spesso dimenticate o trascurate fra i sentimenti e le note, una trama sotterranea fra gli uomini e il mondo.”

Paola Farinetti, moglie di Gianmaria Testa e manager di Produzioni Fuorivia, scrive “Molti di questi (lavori) con gli anni sono diventati rari, buoni solo per un’asta su eBay, e mi è parso un peccato. Tutti conservano infatti una misura, una freschezza di musica e parole -quelle parole che Gianmaria limava e rilimava-, che li rendono dei classici, sopravvissuti all’usura del tempo.”

Le pubblicazioni si susseguiranno una dopo l’altra fino ad abbracciare l’intera discografia di Gianmaria Testa. Montgolfières (1995) – 17 ottobre 2020; Extra-Muros (1996) – 19 febbraio 2021; Lampo (1999) – aprile 2021; Il Valzer di un giorno (2000) – luglio 2021; Altre Latitudini (2003) – ottobre 2021, Da questa parte del mare (2006) – gennaio 2022; Vitamia (2011) – aprile 2022.

www.gianmariatesta.comwww.produzionifuorivia.itwww.egeamusic.com

Ricevi Quello che hai dato…

Ricevi quello che hai dato
In ogni istante, formuli pensieri, positivi o negativi; provi emozioni, positive o negative.
E questi, positivi o negativi che siano, determineranno ciò che ti tornerà indietro.
I tuoi pensieri e le tue emozioni hanno attratto a te tutte le persone, le circostanze e i fatti presenti nella tua vita.
La vita non ti accade semplicemente; tu ricevi quello che hai dato. Rhonda Byrne

liosite.com/citazioni/rhonda-byrne-ricevi-quello

Un nuovo giorno – Un nuovo inizio non è ritornare a fare o ad essere ciò che abbiamo perso…

Gli incontri mattutini in video della Fraternità cercano di offrire un sostegno quotidiano in questo periodo di incertezza e di difficoltà collettiva. Si tratta di filmati brevi, di pochi minuti per aprire o accompagnare la giornata di ciascuno di voi.

Un nuovo giorno – Dalla Fraternità: Rosa Scibilia

Romena
“Un nuovo inizio non è ritornare a fare o ad essere ciò che abbiamo perso, ogni esperienza del nostro cammino è un tesoro che dà valore, profondità e vita a ciò che si desidera, si sogna e si vuole realizzare…un trampolino per un nuovo giorno”. È con questa sollecitazione che Rosa Scibilia, cuore che accoglie i viandanti e gli amici a Romena, ci accompagna ad iniziare questa nuova settimana di fine aprile.

“UN NUOVO GIORNO”

 Amici di Romena – Varese.

Convento Frati Minori Cappuccini – Varese