«Padre»

…Nostro
/leggiamolabibbia.blogspot.com

Quando pregate, dite: «Padre»

Il «Padre» nostro nella lingua di Gesù
ܐܰܒܽܘܢ ܕܒܰܫܡܰܝܳܐ
ܢܶܬܩܰܕܰܫ ܫܡܳܟ
ܬܺܐܬܶܐ ܡܰܠܟܽܘܬܳܟ
ܢܶܗܘܶܐ ܨܶܒܝܳܢܳܟ
ܐܰܝܟܰܢܳܐ ܕܒܰܫܡܰܝܳܐ ܐܳܦ ܒܐܰܪܥܳܐ
ܗܰܒ ܠܰܢ ܠܰܚܡܳܐ ܕܣܽܘܢܩܳܢܰܢ ܝܰܘܡܳܢܳܐ
ܘܰܫܒܽܘܩ ܠܰܢ ܚܰܘܒܰܝܢ ܘܰܚܬܳܗܰܝܢ
ܐܰܝܟܰܢܳܐ ܕܐܳܦ ܚܢܰܢ
ܫܒܰܩܢ ܠܚܰܝܳܒܰܝܢ
ܠܳܐ ܬܰܥܠܰܢ ܠܢܶܣܝܽܘܢܳܐ
ܐܶܠܳܐ ܦܰܨܳܐ ܠܰܢ ܡܶܢ ܒܺܝܫܳܐ
ܡܶܬܽܠ ܕܕܺܝܠܳܟܺ ܗܝ ܡܰܠܟܽܘܬܳܐ
ܚܰܝܠܳܐ ܘܬܶܫܒܽܘܚܬܳܐ
ܠܥܳܠܰܡ ܥܳܠܡܺܝܢ ܐܰܡܺܝܢ܀
https://youtu.be/GTblNdQEXYo

LeggiAmo la Bibbia

Mercoledì XXVII s. T.O.

 
L’ANNUNCIO

Dal Vangelo secondo Luca 11,1-4

Un giorno Gesù si trovava in un luogo a pregare e quando ebbe finito uno dei discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli». Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite: Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdonaci i nostri peccati, perché anche noi perdoniamo ad ogni nostro debitore, e non ci indurre in tentazione». 

da >>> Don Antonello Iapicca, sono un presbitero italiano missionario in Giappone, a Takamatsu…

View original post

Ritratto semplice di Jeshua Ben Joseph di Nazaret…

TerrA del Santo

“GESÙ NOSTRO FRATELLO”.
…Un ritratto semplice di Jeshua Ben Joseph di Nazaret
leggiamolabibbia.blogspot.it

LeggiAmo la Bibbia

“GESÙ NOSTRO FRATELLO”

corso biblico, Cadoneghe, Gesù, Parrocchia dell'Invisibile, Luca Buccheri, Monica Rovatti. Mauro Minotto
www.terradelsanto.it

CADONEGHE (PD) 10-12 NOVEMBRE 2017 CORSO BIBLICO:

GESÙ NOSTRO FRATELLO”. 

Vita di un uomo in direzione ostinata e contraria. Un ritratto semplice di Jeshua Ben Joseph di Nazaret: gli inizi, i passi di liberazione e il sogno (ancora incompiuto) di fraternità.Partendo dalla sua traduzione in lingua originale, gusteremo la portata sovversiva di quelle semplici parole sul pane e sul perdono, che portano a vivere il presente rinnovando ogni giorno la scelta della fiducia. Con Luca Buccheri, Monica Rovatti.
Saremo ospitati nella bella casa di Mauro e Luisa a Cadoneghe, nella provincia di Padova, dove vivremo un tempo di ascolto e condivisione, lasciandoci coccolare dalla cucina sempre squisita e generosa di Diego e Giovanna.
Concluderemo con la Messa nel giardino dedicato a Francesco, se il clima esterno lo permetterà.
La casa è grande e accogliente, ma per motivi logistici sono disponibili al max 30 posti

View original post 104 altre parole

L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci, soprattutto perché provi un senso di benessere quando le sei vicino.

Blade Runner - Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste immaginarvi

ilnestrosesansespine.blogspot.com

Guardatelo, “Blade Runner 2049”

Perché è degno erede del primo, dicono i critici, e la parola “arte” è saltata fuori più di una volta in diverse recensioni

giro blogando nel Web...

Guarda questo video su YouTube:

Heart untethered
I was chosen To be a victim without knowin’
You see beyond all my doubt
All I’m hiding you bring it out
I lose myself your control
When you touch me I’m almost Human
FInally breathing what is this feeling
Human Coming to my senses losing my focus
Taking my emotion lost in the moment
You make me feel
Almost human
All I have known I will let go
You show me a world so far from home
I am a captive to your ways
And when you whisper I am changed
I feel flowin’ through my veins I’m almost
Human
FInally breathing what is this feeling
Human
Coming to my senses losing my focus
Taking my emotion lost in the moment
You make me feel
Almost human
You make me feel

Lauren Daigle 

View original post 62 altre parole

Fedeltà 

“La fedeltà è vivere sempre sulla porta, perché gli spazi verso i quali dobbiamo andare sono più vasti di quelli che percorriamo”

Antonietta Potente

” Essere fedeli a tutto ciò che si è cominciato spontaneamente, a volte fin troppo spontaneamente.

Essere fedeli a ogni sentimento, a ogni pensiero che ha cominciato a germogliare.

Essere fedeli nel senso più largo del termine, fedeli a se stessi, a Dio, ai propri momenti migliori ”

Etty Hillesum

Fedeltà di Antonietta Potente completa la Via della Resurezione

Tra  le otto parole per rinascere, per trasformarsi, per rinnovare la propria vita scelte dalla Fraternità di Romena c’è anche la parola Fedeltà. Ma la fedeltà di cui si parla in questo libro non è una parola statica, rigida, tutt’altro: essere fedeli vuol dire essere attenti alla vita, attenti ai suoi cambiamenti. Così ce la presenta la nota teologa Antonietta Potente, protagonista della conversazione.

“La fedeltà – dice nell’incontro curato da Massimo Orlandi – è vivere sempre sulla porta, perché gli spazi verso i quali dobbiamo andare sono più vasti di quelli che percorriamo”. In questo libro la Potente accetta l’invito di raccontarci quattro strade di fedeltà, la fedeltà al mistero, alla vita, al nostro trmpo, al proprio cammino. Ne nasce una conversazione-lievito, ricca di proposte, di intuizioni, di strade che si aprono nel segno della fedeltà.


Antonietta Potente

Suora domenicana e teologa, dopo gli studi ha vissuto gran parte della sua vita in una famiglia Indios in Bolivia, impegnandosi in prima linea nel dialogo interreligioso e per i diritti delle donne, per l’equilibrio economico e per l’ambiente. Antonietta ha sviluppato una riflessione teologica tra le più profonde e originali, che parte da un ripensamento totale della vita religiosa alla luce di una spiritualità ancorata al presente.

>>> Scheda del libro

Video: Antonietta Potente a Romena – 

Settembre 2017


GOVERNARE LE EMOZIONI

Mens sana in corpore sano.

1. Il desiderio di conoscere da vigore alla vita. Sapere ,di non sapere è l’atteggiamento migliore per imparare. L’uomo sapiente, si fa vuoto per accogliere apprezzare ,condividere. Trova maestri d’ovunque, considera la vita come una scuola continua .

>>> Perle di sapienza 
ilnestrosesansespine.blogspot.com

giro blogando nel Web...

Scuola del Villaggio di Vicenza si impegna a tessere rete. Ogni primo sabato del mese ci troviamo a Parco Città…

scuola del villaggio

GOVERNARE LE EMOZIONI

Quando pensi, dai energia a ciò che pensi. Il pensiero che ospiti ti modella, ciò di cui parli spesso ti autosuggestiona, ciò in cui credi diventa il tuo destino. Come il corpo ha bisogno di buon nutrimento, così la mente va nutrita con buoni pensieri: tu sei ciò che pensi, ti conviene pensare bene. A un evento spiacevole puoi rispondere in tre modi diversi: puoi aggredire con rabbia, puoi subire con paura oppure usare prudenza, pazienza e premura, anche l’evento spiacevole vuole insegnarti qualcosa.

La rabbia ti fa sentire forte e se non riesci a fronteggiare l’ostacolo subisci per paura. Creare il nemico di comodo, ingigantire l’allarme, fare la vittima sono meccanismi di difesa che consumano energia e dissipano l’eventuale messaggio educativo. Di fronte…

View original post 258 altre parole